Top

Dopo la condanna del medico-orco, si dimette tutto il vertice della Ginnastica artistica Usa

Lo aveva chiesto il Comitato Olimpico Nazionale che ha annunciato l'apertura di una inchiesta indipendente per sapere ''chi sapeva cosa e quando''

Larry Nassar
Larry Nassar

globalist

27 Gennaio 2018 - 09.03


Preroll

La Federazione Americana di Ginnastica ha annunciato, ieri sera, le dimissioni di tutti i suoi organi di governo. Una risposta alle ingiunzioni del Comitato Olimpico Nazionale, dopo il processo all’ex medico della squadra degli Stati Uniti, Larry Nassar, condannato mercoledì per violenza sessuale a danno di atlete ad una lunghissima pena detentiva (175 anni di reclusione), che si aggiunge a quella già subita per pedopornografia (60 anni).
L’USOC, che a sua volta aveva accettato la responsabilità e si è scusato per le centinaia di vittime del medico, ha chiesto alla federazione americana della Ginnastica artistica di ritirarsi, per evitare probemi nel prosieguo dell’attività agonistica anche in prospettiva olimpica. Il presidente della Federazione, Paul Parilla, e altri due membri del management si erano già dimessi lunedì.
Larry Nassar è stato condannato a 175 anni di carcere per aver aggredito sessualmente, per anni, dozzine di giovani ginnaste per anni grazie al suo ruolo medico. Tra le sue vittime ci sono diverse stelle olimpiche americane, come Simone Biles, Aly Raisman, Gabby Douglas e McKayla Maroney.
Pochi minuti dopo il verdetto del giudice Rosemarie Aquilina, l’USOC, di cui molti atleti hanno denunciato la passività in questo scandalo, aveva inviato una lettera aperta a tutti gli sport americani.
Il presidente del Comitato Olimpico Nazioale, Scott Blackmun, aveva annunciato che sarà istituita una commissione d’inchiesta indipendente per “determinare in che modo gli abusi di questa portata non sono stati rilevati per così tanto tempo”.
“Abbiamo bisogno di sapere chi sapeva cosa e quando”, ha detto.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage