Ucraina, depistaggi, affari energetici, spionaggio totale
Top

Ucraina, depistaggi, affari energetici, spionaggio totale

Pandora TV News 9 ottobre 2014: L’Onu si accorge dell’emergenza Ucraina / Volo MH17: Kiev tenta il depistaggio.

Ucraina, depistaggi, affari energetici, spionaggio totale
Preroll

redazione Modifica articolo

9 Ottobre 2014 - 15.26


ATF

Pandora TV News 9 ottobre 2014

L’ONU si accorge dell’emergenza Ucraina / Volo MH17: Kiev tenta il
depistaggio / Altro che sanzioni! / Quando il computer è una spia

1. L’ONU si accorge dell’emergenza Ucraina

Dall’annuncio del cessate il fuoco in Ucraina, tra il 6 settembre e il 6
ottobre almeno 331 persone sono state uccise. Lo afferma l’Onu a
Ginevra in un nuovo rapporto sulla situazione dei diritti umani nel
Paese.
“Nonostante una fragile tregua nella parte orientale, il conflitto continua a uccidere
e ferire civili e a privare dei diritti umani fondamentali più di 5
milioni di residenti delle zone direttamente colpite dalla violenza”
,
scrive l’Alto Commissario dell’ONU Ra’ad Zeid Al Hussein in una nota.

La tregua negoziata a settembre a Minsk è stata sistematicamente
violata dall’esercito di Kiev, che ha continuato a bombardare la
popolazione civile del Donbass.

2. Volo MH17: Kiev tenta il depistaggio

Secondo fonti del ministero della difesa russo, i servizi segreti
ucraini stanno cercando di raggiungere il sito nel quale è caduto il
volo MH17 della Malaysian airlines per fabbricare prove che consentano a
Kiev di cancellare le vere cause della catastrofe.
Il capo dei servizi ucraini, Valentin
Nalivaychenko ha dichiarato nel corso di una trasmissione televisiva di
avere la “piena comprensione” delle cause del disastro aereo costato la
vita a 298 persone.
Secondo Nalivaycenko la commissione di
inchiesta internazionale dovrebbe visitare l’area del disastro, guidata
dagli agenti dei servizi ucraini, per raccogliere le “prove mancanti”.

Leggi anche:  Gli ucraini hanno attaccato con i droni una fabbrica nella città russa di Korenevo

Dopo quasi tre mesi non sono ancora noti i dati registrati dalle
scatole nere né le autorità ucraine hanno comunicato i tracciati radar
dell’MH17. Un rapporto preliminare della commissione d’inchiesta
pubblicato il 9 settembre fa risalire l’abbattimento dell’aereo
all’impatto contro la fusoliera di oggetti “dotati di alta energia”,
senza ulteriori specificazioni.

3. Altro che sanzioni!

Il colosso energetico Russo Gazprom acquisirà il più grande deposito di
gas della Germania, continuando lo sviluppo del gasdotto Nord Stream.
In cambio la Germania avrà accesso a importanti giacimenti di gas in
Siberia occidentale.
Gazprom e la tedesca Wintershall stanno apportando le modifiche finali al contratto, già approvato nelle sue linee generali dalla commissione europea nel 2013.
Unione europea e Russia hanno dichiarato che l’accordo non sarà toccato dalle sanzioni.

Il deposito, situato nel nord del paese, rappresenta un quinto delle
capacità di stoccaggio della Germania ed è cruciale anche per la
sicurezza energetica della vicina Olanda.
Si rafforza la
partnership tra Europa e Russia in campo energetico, nella quale la
Germania ha un ruolo cruciale. La tedesca Wintershall ha una
partecipazione del 15% anche nel South Stream, il gasdotto che arriverà
anche in Italia, saltando l’Ucraina. 

Leggi anche:  Lavrov conferma una trattativa tra Russia e Usa per le liberazione di Gershkovich, accusato di spionaggio



4. Quando il computer è una spia

Google, Microsoft, e Facebook contro la NSA. Le pratiche invasive e
sistematiche di sorveglianza e raccolta dati dell’Agenzia nazionale per
la sicurezza sono infatti controproducenti per il mercato informatico e
per internet stesso.
“Finiremo per distruggere internet” ha dichiarato il numero uno di Google, Eric Schmidt, in una tavola rotonda tenuta a Palo Alto.

Preoccupazioni condivise dal top manager di Microsoft Brad Smith, che
ha affermato che “se crolla la fiducia crollano le prospettive di
mercato”.
A seguito delle rivelazioni sull’operato della NSA i
governi in Europa vogliono norme che impongono che i dati suoi loro
cittadini siano custoditi all’interno dei confini nazionali. Nessuno
vuole programmi e computer che consegnino i dati in automatico ai
servizi di sicurezza americani.
Negli Stati Uniti nel 2013 le
pratiche della NSA hanno procurato nel settore delle tecnologie
informatiche perdite stimate pari a 180 miliardi di dollari in termini
di mancate vendite.


[#CrisiUcraina, #Facebook, #Gazprom, #MH17, #Microsoft, #NSA, #ONU, #PandoraTV, #Russia]

Leggi anche:  Leopoli: assassinata un'ex parlamentare nazionalista ucraina in prima fila contro l'uso della lingua russa



Fonte: http://www.pandoratv.it/?p=1981.

SOSTIENI LA CRESCITA DI PANDORA TV:

Native

Articoli correlati