Spagna: suicidi per gli sfratti. Manifestazione a Bakaldo
Top

Spagna: suicidi per gli sfratti. Manifestazione a Bakaldo

Migliaia di persone nella città dei paesi Baschi dove la scorsa settimana si è uccisa Amaia Egana, prima dello sfratto definitivo.

Spagna: suicidi per gli sfratti. Manifestazione a Bakaldo
Preroll

Desk Modifica articolo

9 Novembre 2012 - 23.07


ATF

Migliaia di persone si sono ritrovate venerdì pomeriggio per le strade di Bakaldo, città dei Paesi Baschi dove la scorsa settimana si è tolta la vita una donna di 53 anni, Ama Egana, perché stava per essere sfrattata dal suo appartamento. E’ il secondo suicidio in quindici giorni in Spagna compiuto da gente che sta per perdere la casa: i piccoli proprietari che nel pieno della bolla immobiliare hanno comprato le case affidandosi alle banche ora non ce la fanno a star dietro ai pagamenti delle rate. E vengono sfrattati a migliaia.

“Non è un suicidio ma un omicidio”, dicevano oggi le persone in manifestazione, gridando “banchieri assassini”. “Bankia truffa, estorce soldi e poi caccia le persone dalle loro case”, dicevano i manifestanti riferendosi alla banca semi pubblica – appunto Bankia – che era nata dall’unione delle casse di risparmio spagnole due anni fa tutte piene di asset immobiliari talmente svalutati da far andare in sofferenza in neonato istituto finanziario. Che è stato salvato dal governo Rajoy con un mega intervento da 19 milioni di euro, tanto da essere quasi nazionalizzata. Per Bankia la soluzione è stata trovata, con un notevole esborso di denaro pubblico, ma per i cittadini impossibilitati a pagare le rate del mutuo non c’è pietà.

Leggi anche:  La Spagna approva il piano Biden per il cessate il fuoco a Gaza

Dal 22 ottobre, quindi da più di quindici giorni, a Madrid è in corso un presidio davanti alla sede della banca Caja, la stessa banca che aveva concesso il credito alla signora Egana, e che si è fusa in Bankia, da parte dei rappresentanti dei circa 350 ila proprietari di casa con mutuo. Tutti potenziali sfrattati.

Il 25 ottobre un uomo si era impiccato in casa, nel sud della Spagna, all’arrivo degli ufficiali giudiziari. Anche la donna basca ha deciso di togliersi la vita quando sono arrivati gli ufficiali giudiziari: ex consigliera eletta per il partito socialista era conosciuta da tutti come una persona tranquilla. Ma la prospettiva di rimanere senza casa l’ha uccisa.

Native

Articoli correlati