Juventus, accolto in parte il ricorso sul -15: rinvio alla Corte d'Appello per nuova valutazione
Top

Juventus, accolto in parte il ricorso sul -15: rinvio alla Corte d'Appello per nuova valutazione

Il Collegio di Garanzia del Coni ha accolto il ricorso della Juventus contro la sentenza di 15 punti di penalizzazione per il caso plusvalenze, rinviando gli atti alla Corte d'Appello federale per una nuova valutazione

Juventus, accolto in parte il ricorso sul -15: rinvio alla Corte d'Appello per nuova valutazione
Preroll

globalist Modifica articolo

20 Aprile 2023 - 19.34


ATF

Una decisione che era in parte nell’aria: il Collegio di Garanzia del Coni ha accolto il ricorso della Juventus contro la sentenza di 15 punti di penalizzazione per il caso plusvalenze, rinviando però gli atti alla giustizia della Federcalcio, in particolare alla Corte d’Appello federale, per una nuova valutazione. Accolto anche l’appello di Pavel Nedved, Paolo Garimberti e Enrico Vellano, posizioni queste che diventano determinanti secondo il Collegio per la rideterminazione della sanzione da parte della giustizia Figc. Respinti invece i ricorsi di Andrea Agnelli, Fabio Paratici, Maurizio Arrivabene Federico Cherubini.

Cosa accade ora

I bianconeri riottengono così i punti che la sentenza della Corte d’Appello aveva loro tolto e salgono al terzo posto in classifica a quota 59, in attesa di un nuovo pronunciamento della Corte stessa (in diversa composizione rispetto a quando era stato sancito il -15) che dovrebbe avvenire verso fine maggio. Nel frattempo si attendono anche le motivazioni del Collegio di Garanzia: ci sono 30 giorni di tempo, ma la loro pubblicazione potrebbe avvenire già tra due settimane. La nuova sentenza potrà a sua volta essere impugnata dalla Juventus, col rischio che una decisione definitiva sulla questione arrivi a campionato ormai concluso (l’ultima giornata è in calendario il 4 giugno).

Leggi anche:  La Juventus vince la 15esima Coppa Italia e Allegri suggerisce l'addio: "La società farà le sue scelte..."

Il comunicato del collegio di garanzia

Il Collegio di Garanzia a Sezioni Unite, con riferimento al ricorso presentato dalla società F.C. Juventus S.p.A. contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e la Procura Federale FIGC avverso la decisione della Corte Federale di Appello presso la FIGC, Sezioni Unite, n. 0063/CFA-2022-2023, emessa in data 20 gennaio 2023 e depositata in data 30 gennaio 2023, nell’ambito del procedimento Prot. 15097/233pf21-22/GC/GR/blp e n. 0077/CFA/2022-2023, nei confronti del Sig. Fabio Paratici e altri, all’esito del procedimento di revocazione ex art. 63 CGS FIGC, che ha dichiarato ammissibile il ricorso per revocazione e, pertanto, ha revocato la propria pronunzia n. 0089/CFA/2021-2022 del 27 maggio 2022 e, per l’effetto, nel respingere i reclami incidentali, ha accolto parzialmente il reclamo della Procura Federale FIGC avverso la decisione n. 0128/TFN/2021-2022 – Sezione Disciplinare – del 22 aprile 2022 ed ha irrogato, in parte qua, nei confronti della ricorrente F.C. Juventus  S.p.A.,  la sanzione della penalizzazione di 15 punti in classifica da scontarsi nella corrente stagione sportiva,

Leggi anche:  La Juventus vince la 15esima Coppa Italia e Allegri suggerisce l'addio: "La società farà le sue scelte..."

nonché con riferimento ai ricorsi presentati, rispettivamente, da Andrea Agnelli, Fabio Paratici, Federico Cherubini, Pavel Nedved, Paolo Garimberti, Assia Grazioli – Venier, Caitlin Mary Hughes, Daniela Marilungo, Francesco Roncaglio, Enrico Vellano, Maurizio Arrivabene avverso la medesima sentenza della Corte Federale d’Appello presso la FIGC in relazione alle sanzioni agli stessi irrogate,

ha assunto la seguente determinazione:

HA DICHIARATO L’INAMMISSIBILITA’ dell’atto di “intervento ad adiuvandum”, depositato, in relazione al ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 13/2023, in data 28 febbraio 2023, dal sig. Cosimo Pulpito, in proprio, in qualità di tesserato tifoso “Membership” della F.C. Juventus S.p.A. nonché in qualità di Presidente dell’Associazione “Juventus Club Taranto Gigi Buffon”, e, altresì, dell’atto “di intervento ad opponendum”, depositato, in relazione al ricorso iscritto al R.G. ricorsi n. 13/2023, in data 31 marzo), dall’Associazione Club Napoli Maradona “L’Avvocato del D10S” e dal Codacons.

Riuniti i ricorsi per connessione oggettiva e soggettiva;

HA RIGETTATO i ricorsi iscritti al R.G. n. 14/2023 (Agnelli/FIGC e altri), al R.G. n. 15/2023 (Paratici/FIGC e altri), al R.G. n. 16/2023 (Cherubini/FIGC e altri) e al R.G. n. 19/2023 (Arrivabene/FIGC e altri);

Leggi anche:  La Juventus vince la 15esima Coppa Italia e Allegri suggerisce l'addio: "La società farà le sue scelte..."

HA ACCOLTO i ricorsi iscritti al R.G. n. 17/2023 (Vellano/FIGC e altri), al R.G. n. 18/2023 (Pavel Nedved, Paolo Garimberti, Assia Grazioli – Venier, Caitlin Mary Hughes, Daniela Marilungo, Francesco Roncaglio /FIGC e altri) e al R.G. n. 13/2023 (Juventus/FIGC e altri), nei termini e nei limiti di cui in motivazione, e HA RINVIATO alla Corte Federale di Appello perché, in diversa composizione, rinnovi la sua valutazione, in particolare, in ordine alla determinazione dell’apporto causale dei singoli amministratori, fornendone adeguata motivazione e traendone le eventuali conseguenze anche in ordine alla sanzione irrogata a carico della società Juventus F.C. S.p.A.

Native

Articoli correlati