Gli ultras fascisti attaccano Hysaj per aver cantato 'Bella Ciao': "Verme"

L'odio dei nostalgici di Mussolini contro il difensore della Lazio mentre una gran parte della tifoseria biancoceleste, che è antifascista, plaude il suo gesto

Striscione fascista contro Elseid Hysaj

Striscione fascista contro Elseid Hysaj

globalist 19 luglio 2021

L'altro giorno aveva diviso la tifoseria: quella più legata alla curva di destra inferocita, mentre la gran parte dei tifosi laziali che sono sinceri democratici e che odiano essere accomunati al fascismo erano deliziati.
Parliamo del nuovo difensore della lazio, l'albanese Elseid Hysaj, che appena arrivato alla corte di Maurizio Sarri è stato ripreso in un video mentre cantava 'Bella ciao' (tra l'altro tra gli applausi dei suoi compagni).
Un momento privato che è diventato pubblico con la diffusione in rete del video che tra tanti consensi ha, purtroppo, scatenato l'odio fascista che è presente abbondantemente in rete ma che spesso, quando si tratta di mondo ultras, (al di là di alcune eccezioni) è sempre molto presente.


Così, questa sera, a firma di alcuni sedicenti ultras della Lazio è comparso uno striscione con la scritta: "Hysaj verme, la Lazio è fascista".

Il tutto posizionato in un cavalcavia di corso Francia (a Roma nord) dove generalmente gli estremisti di destra espongono i loro striscioni.
Va da sé che questo non è assolutamente vero e che siamo di fronte all'ennesimo tentativo di un gruppo di estremisti di detsra che tenta di dare una connotazione politica ad un'intera tifoseria che tra l'altro - per non dimenticare - vive nel mito di Tommaso Maestrelli che fu un partigiano, avendo lottato contro i nazisti sul fronte dei Balcani.