Il direttore della Asl di Napoli: "Se fossero andati a Torino avrebbero messo a rischio molte altre persone

Parla Antonio D'Amore che questa mattina ha inviato una lettera alla società di De Laurentiis per chiedere di isolare la squadra in partenza per il match con la Juventus.

Napoli-Genoa

Napoli-Genoa

globalist 4 ottobre 2020

La sua posizione non è esattamente popolare nel mondo del calcio ma ci sono altre priorità.


"Il Napoli non poteva partire per Torino. Avrebbe messo a rischio molte altre persone". A Radio Capital parla Antonio D'Amore, direttore generale della Asl Napoli 2 Nord che questa mattina ha inviato una lettera alla società di De Laurentiis per chiedere di isolare la squadra in partenza per il match con la Juventus.
"Il Napoli ci ha chiesto un parere dopo i due casi di positivita'" spiega D'Amore "noi abbiamo risposto che il contatto stretto va considerato tale anche in questo ambiente e quindi dobbiamo stare attenti agli spostamenti delle persone che sono state in contatto con i positivi al tampone".
I giocatori non potevano quindi lasciare il proprio domicilio. "Per noi" risponde D'Amore "i contatti stretti sono tutta la squadra perché i giocatori utilizzano tutti gli stessi spazi dei contagiati, dallo spogliatoio alle docce. Per questo il Napoli non poteva partire per Torino".