Top

L'epidemiologo Ciccozzi: "Verso la terza dose contro le varianti e in prospettiva vaccini annuali"

Il docente di Epidemiologia all'Università Campus Biomedico di Roma: "In futuro si potrà pensare a fare un bivalente influenza e coronavirus: lo consiglierei per le persone fragili e gli over 60"

Massimo Ciccozzi, epidemiologo del Campus Bio-Medico
Massimo Ciccozzi, epidemiologo del Campus Bio-Medico

globalist

31 Maggio 2021 - 16.17


Preroll

L’importante è tenere sotto controllo la pandemia e metterci al riparo da nuove ondate: “Una terza dose per l’eradicazione del virus o un richiamo annuale proprio come si fa contro l’influenza.
 Sono queste le due vie che vede Massimo Ciccozzi, docente di Epidemiologia all’Università Campus Biomedico di Roma, per il futuro del vaccino contro Sars-Cov-2, il virus che causa la Covid-19.
“Si andrà verso una terza dose ‘di rinforzo’ per le varianti di Sars-Cov-2 e che potrebbe servire per una eradicazione del virus. Ora siamo tra il 18 e il 20% della popolazione vaccinata. Per perseguire questa strada dovremmo raggiungere l’80% – spiega – Se questa è la strada che si vuole seguire bisogna fare la terza dose”.
Poi c’è la seconda prospettiva, quella che lo stesso Ciccozzi vede come probabile. 
“Tendiamo verso un virus endemico e che quindi si adatterà a noi – aggiunge – Per questo credo che si arriverà a fare vaccini annuali come l’influenza”.
 “La piattaforma di vaccino più malleabile è quella basata sull’mRna, credo che in futuro si potrà pensare a fare un bivalente influenza e coronavirus: lo consiglierei per le persone fragili, quelle ipertese e con diabete, per gli over-60”

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile