Europee, Fratoianni a Elly Schlein: "Candidarsi e non andare a Strasburgo se si è eletti è un errore"
Top

Europee, Fratoianni a Elly Schlein: "Candidarsi e non andare a Strasburgo se si è eletti è un errore"

Fratoianni: "Sono e siamo convinti che quando ci si candida poi se si viene eletti si va a fare quello per cui si è chiesto il voto, non farlo mi pare un errore".

Europee, Fratoianni a Elly Schlein: "Candidarsi e non andare a Strasburgo se si è eletti è un errore"
NICOLA FRATOIANNI, GIUSEPPE CONTE, ELLY SCHLEIN
Preroll

globalist Modifica articolo

22 Aprile 2024 - 12.29


ATF

Nicola Fratoianni leader di Sinistra Italiana e parlamentare dell’Alleanza Verdi Sinistra, ai microfoni di SkyTg24 ha critica la scelta di Elly Schlein di candidarsi alle prossime elezioni Europee.

«Né io né Angelo Bonelli ci siamo candidati e non ci saranno neanche i nostri nomi nel simbolo. È una scelta politica chiara e lo avevamo detto già molti mesi fa quando è cominciato il dibattito sulle candidature dei leader per una ragione molto semplice: sono e siamo convinti che quando ci si candida poi se si viene eletti si va a fare quello per cui si è chiesto il voto, non farlo mi pare un errore».

«Un errore – prosegue il leader di SI – perché rischia obiettivamente di presentare agli elettori e alle elettrici una proposta che poi non si traduce in una conseguenza concreta. Credo che in una elezione si possa contribuire in molti modi anche senza candidarsi, io ad esempio girerò tutta il Paese senza sosta da qui all’8 e 9 giugno per cercare di dare forza alle nostre idee e alle nostre proposte e per sostenere i nostri e le nostre candidate che vogliamo portare in Europa».

Leggi anche:  Elly Schlein: "La destra voti con noi la legge sulla Sanità pubblica, per spendere il 7,5% del Pil in Salute"
Native

Articoli correlati