Sciopero generale, giovedì 11 aprile a rischio i trasporti: ecco i motivi della protesta e gli orari nelle varie città
Top

Sciopero generale, giovedì 11 aprile a rischio i trasporti: ecco i motivi della protesta e gli orari nelle varie città

Sciopero generale di Cgil e Uil giovedì 11 aprile. La protesta durerà 4 ore per i settori privati, tranne che per l'edilizia dove lo stop è di 8 ore. Escluso dall'astensione l'intero comparto del trasporto aereo.

Sciopero generale, giovedì 11 aprile a rischio i trasporti: ecco i motivi della protesta e gli orari nelle varie città
Lo sciopero della Cgil e della Uil a Roma
Preroll

globalist Modifica articolo

10 Aprile 2024 - 12.51


ATF

Sciopero nazionale generale domani 11 giovedì 11 aprile, indetto da Cgil e Uil. Lo sciopero di Cgil e Uil, con lo slogan “Adesso basta”, è stato proclamato per chiedere “zero morti sul lavoro, una giusta riforma fiscale, un nuovo modello sociale di fare impresa”.

La protesta durerà 4 ore per i settori privati, tranne che per l’edilizia dove lo stop è di 8 ore. Escluso dall’astensione l’intero comparto del trasporto aereo. Per il trasporto ferroviario lo sciopero è dalle 9 alle 13; stessa fascia oraria per il trasporto merci su rotaia. 

Nel trasporto pubblico locale gli orari dell’astensione variano da città a città e tendenzialmente non sono in concomitanza con lo stop nel trasporto ferroviario regionale. Eccoli nel dettaglio.

A Roma stop dalle 20 alle 24, per il servizio Cotral extraurbano dalle 13 alle 17; a Torino e Firenze dalle 18 alle 22; a Napoli, dove è escluso il trasporto ferroviario regionale, dalle 9 alle 13; a Bari dalle 19:30 alle 23:30. Anche per porti e taxi previste 4 ore all’interno di un turno di servizio. Vengono garantiti i servizi essenziali. 

Leggi anche:  Il referendum contro il Jobs Act tocca quota 52mila firme, la Cgil: "Segnale importante e di grande attenzione"

A Milano il prefetto ha precettato i dipendenti dell’Atm mentre i lavoratori di Trenord, che si occupa del servizio ferroviario regionale, potranno aderire all’iniziativa indetta a livello nazionale da Cgil e Uil. Niente da fare, dunque, per lo sciopero dell’Azienda Trasporti che era in programma dalle 20 a mezzanotte.  

Le Frecce e gli Intercity di Trenitalia circoleranno regolarmente. Lo comunica Fs in una nota precisando che ci saranno “possibili limitazioni o cancellazioni per i treni regionali, fatta eccezione per la regione Campania. Gli effetti, in termini di cancellazioni e ritardi, potranno verificarsi anche prima e protrarsi oltre l’orario di termine degli scioperi”. Informazioni su collegamenti e servizi si possono ottenere attraverso l’app Trenitalia, la sezione Infomobilità del sito web trenitalia.com, i canali social e web del Gruppo FS Italiane, il numero verde gratuito 800 89 20 21, oltre che nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, le self service e le agenzie di viaggio convenzionate.

Native

Articoli correlati