Città 30, Lepore risponde al governo: "Invece di boicottare Bologna pensino a potenziare i trasporti pubblici"
Top

Città 30, Lepore risponde al governo: "Invece di boicottare Bologna pensino a potenziare i trasporti pubblici"

Lepore al governo Meloni: «Mancano 700 milioni di euro per il fondo nazionale per il trasporto pubblico locale e non è ancora stato rinnovato il contratto nazionale del lavoro per chi opera nel settore». 

Città 30, Lepore risponde al governo: "Invece di boicottare Bologna pensino a potenziare i trasporti pubblici"
Matteo Lepore
Preroll

globalist Modifica articolo

23 Gennaio 2024 - 16.32


ATF

Matteo Lepore, sindaco di Bologna, è tornato ancora sulla polemica sollevata da Matteo Salvini e dal suo ministero sulla cosiddetta Città 30, ossia il limite di 30 km/h stabiliti per il territorio urbano. 

«Mancano 700 milioni di euro per il fondo nazionale per il trasporto pubblico locale e non è ancora stato rinnovato il contratto nazionale del lavoro per chi opera nel settore». 

«Invece di boicottare Bologna sulla Città 30, il governo dovrebbe guardare a Bologna come a un utile contributo perché stiamo arrivando prima dove arriveranno altri tra poco». 

«Mancano autisti e non ci sono soldi per adattare le linee bus ai cantieri. Il governo non può non guardare al fondo nazionale trasporto, visti i cantieri Pnrr che stanno raddoppiando in tutte le città italiane». 

«Invito a guardare quello che succede a Bologna. Senza soldi per trasporto pubblico e senza il rinnovo contratti nazionali, tutte le città italiane saranno in ginocchio, non ci saranno autisti, non ci saranno più regolarità delle corse che stanno già saltando in altre città».  

Leggi anche:  Alluvione, Bonaccini (Pd): "Le risorse ci sono ma il governo Meloni ha dato pochi soldi, chiedete a chi ha perso tutto"
Native

Articoli correlati