Processo Open Arms, Salvini: "Ho fatto un servizio utile al Paese"
Top

Processo Open Arms, Salvini: "Ho fatto un servizio utile al Paese"

Open Arms, Salvini: «Mi faccio coscientemente carico di quello che abbiamo fatto con risultati assolutamente mai raggiunti, né prima né dopo, non solo in termini di contrasto al traffico di esseri umani ma in termini di vite salvate». 

Processo Open Arms, Salvini: "Ho fatto un servizio utile al Paese"
Matteo Salvini
Preroll

globalist Modifica articolo

12 Gennaio 2024 - 11.07


ATF

Matteo Salvini a processo per il caso Open Arms a Palermo, oggi l’ex ministro dell’Interno e attuale ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha fornito dichiarazioni spontanee.

Quella sulle politiche migratorie tra il 2018 e il 2019 «era una operatività condivisa dall’intero governo. Mai mi sentirà dire: `Non è mia responsabilità la politica migratoria´, quello che ho fatto l’ho fatto in piena coscienza, ritengo di avere fatto un servizio utile al paese». 

«Mi faccio coscientemente carico di quello che abbiamo fatto con risultati assolutamente mai raggiunti, né prima né dopo, non solo in termini di contrasto al traffico di esseri umani ma in termini di vite salvate». 

«Negli anni 2018 e 2019, l’oggettività ci fa dire che si è ridotto il numero di morti e dispersi in mare come mai era accaduto prima e dopo. Il mio obiettivo non era solo difendere la sicurezza nazionale ma anche vite umane. Open Arms era cosciente fin dalla partenza che l’accesso in Italia non era consentito: quando il Tar obbligò lo sbarco l’assistenza sanitaria e la messa in sicurezza dei soggetti fragili non sono mai mancate. La Spagna intervenne con grave ritardo nel mettere a disposizione non uno, ma due porti: il fatto che nella distribuzione dei migranti l’Italia non sia stata lasciata sola è frutto del lavoro fatto dal governo nei mesi precedenti». 

Leggi anche:  Il fondatore della Lega attacca Salvini: "E' un incapace, il congresso va fatto prima del voto"
Native

Articoli correlati