Caso Lollobrigida: "Il capotreno disse no allo stop, il ministro ha chiamato l'Ad di Trenitalia"
Top

Caso Lollobrigida: "Il capotreno disse no allo stop, il ministro ha chiamato l'Ad di Trenitalia"

Il Fatto Quotidiano racconta di un nuovo particolare: Lollobrigida avrebbe infatti chiesto al capotreno di fermare il Frecciarossa e, davanti al rifiuto, avrebbe chiamato direttamente l’Ad di Trenitalia Luigi Corradi per sbloccare la situazione.

Caso Lollobrigida: "Il capotreno disse no allo stop, il ministro ha chiamato l'Ad di Trenitalia"
Francesco Lollobrigida
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Novembre 2023 - 14.17


ATF

Il caso del ministro Francesco Lollobrigida, ministro dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare del governo Meloni, si arricchisce di nuovi imbarazzanti particolari. Il cognato di Giorgia Meloni viaggiava a bordo di un Frecciarossa diretto a Napoli, per andare a inaugurare un parco a Caivano.

Il ritardo del treno, però, ha convinto il ministro a chiedere di fermare il convoglio per scendere a Ciampino, salire su un’auto blu, e sfrecciare verso Caivano. Alla faccia dei pendolari che, invece, sul treno sono dovuti restare.

Il Fatto Quotidiano racconta di un nuovo particolare: Lollobrigida avrebbe infatti chiesto al capotreno di fermare il Frecciarossa e, davanti al rifiuto, avrebbe chiamato direttamente l’Ad di Trenitalia Luigi Corradi per sbloccare la situazione.

Detto fatto, il treno si ferma e Lollobrigida e qualche persona del suo staff sono saliti sull’auto blu in direzione Caivano. Un fatto che, se raccontato, aumenterebbe la gravità di una situazione che palesa la protervia e l’ignoranza istituzionale della destra italiana.

Leggi anche:  Boccia (Pd): "La destra è unita a prescindere, tutte le forze alternative si uniscano perché il campo già esiste"
Native

Articoli correlati