Zampa a Piantedosi: "Che intende fare sui raduni dove si fa apologia di fascismo come a Predappio?"
Top

Zampa a Piantedosi: "Che intende fare sui raduni dove si fa apologia di fascismo come a Predappio?"

La senatrice Sandra Zampa ha presentato una interrogazione al Ministro dell'Interno in merito al raduno di nostalgici fascisti che si è svolto a Predappio il 30 ottobre.

Zampa a Piantedosi: "Che intende fare sui raduni dove si fa apologia di fascismo come a Predappio?"
Fascisti.a Predappio
Preroll

globalist Modifica articolo

3 Novembre 2022 - 16.01


ATF

Stato di polizia per i ‘nemici’ e maniche larghe per gli amici. La senatrice Sandra Zampa ha presentato una interrogazione al Ministro dell’Interno in merito al raduno di nostalgici fascisti che si è svolto a Predappio il 30 ottobre.

L’interrogazione, sottoscritta da tutte le senatrici e i senatori dem, dopo aver ricordato quanto avvenuto in quella giornata, dal corteo diretto al cimitero di San Cassiano dove è sepolto Mussolini alle affermazioni di Mirco Santarelli che avrebbe espresso l’auspicio che venga abrogata la legge 25 giugno 1993, n. 205, nota come legge Mancino, dichiarando che “(…) sarebbe bellissimo se venisse cambiata la norma che punisce i crimini d’odio e dell’incitamento all’odio (…) perché la legge, è usata come olio di ricino dalle sinistre per far star zitti noi”, chiede di sapere: “quali iniziative necessarie e urgenti il Ministro in indirizzo intenda intraprendere al fine di garantire che raduni recanti apologia di fascismo, in aperta violazione del dettato costituzionale, non si verifichino ulteriormente e quali iniziative necessarie e urgenti abbia intrapreso affinché siano individuati tutti coloro che, partecipando alla manifestazione di Predappio, abbiano violato le disposizioni di cui alla citata legge n. 645 del 1952”.

Leggi anche:  Piero Gobetti, il martire del fascismo che sognava la rivoluzione liberale

“Chiede inoltre di sapere se il Ministro in indirizzo non ritenga altresì opportuno – ha continuato la Zampa – alla luce del ruolo di Governo ricoperto, rispettare in ogni sede, anche con l’utilizzo di un linguaggio consono, il combinato disposto del dettato costituzionale e delle disposizioni di legge in materia di divieto di apologia di fascismo, garantendone dunque la sua piena applicazione”.

Native

Articoli correlati