Salvini prende male il proglioscimento di Carola Rackete, ma qualcuno dovrebbe spiegargli il codice penale
Top

Salvini prende male il proglioscimento di Carola Rackete, ma qualcuno dovrebbe spiegargli il codice penale

La sentenza ha riconosciuto che i rifugiati hanno visto in condizione di detenzione arbitraria e sono stati sottoposti a torture e a trattamenti disumani e degradanti in violazione dei diritti umani.

Salvini prende male il proglioscimento di Carola Rackete, ma qualcuno dovrebbe spiegargli il codice penale
Carola Rackete e Salvini
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Dicembre 2021 - 11.27


ATF

“Carola Rackete ha agito nell’adempimento del dovere di salvataggio previsto dal diritto nazionale e internazionale del mare”. Questa è la motivazione fornita alla sentenza che ha completamente scagionato la capitana della Sea Watch e che ha sancito l’ennesima sconfitta di Salvini. Che non l’ha presa bene. 

“Quindi, se capisco bene la sentenza, speronare una motovedetta militare italiana con uomini a bordo non è reato. Torniamo ai tempi dei pirati… No comment” scrive Salvini su Twitter. Cui ci sentiamo di rispondere: no, non hai capito bene la sentenza. te la spieghiamo. 

Se un’ambulanza passa col rosso, non gli viene fatta la multa: ha violato la legge nell’esercizio delle sue funzioni. Allo stesso modo, Carola Rackete ha forzato l’ingresso al porto di Lampedusa perché aveva il dovere di trarre in salvo i migranti che erano a bordo della Sea Watch. La sentenza ha riconosciuto che i rifugiati hanno visto in condizione di detenzione arbitraria e sono stati sottoposti a torture e a trattamenti disumani e degradanti in violazione dei diritti umani.

Leggi anche:  Maternità surrogata, la Lega deposita un emendamento: "Dieci anni di carcere e multe da 2 milioni"

Quindi sì, ‘speronare’ una motovedetta (cosa che secondo la sentenza non è avvenuta) non è reato, in questo caso. C’erano delle vite umane in gioco, vite umane su cui Salvini stava speculando per fare propaganda. 

Native

Articoli correlati