Top

Palazzotto sull'archiviazione di Carola Rackete: "La giustizia italiana fa a pezzi i Decreti sicurezza di Salvini"

Il deputato di Liberi e Uguali: "Si chiude una triste e disumana stagione di muri, intolleranza e ingiustizia"

Palazzotto sull'archiviazione di Carola Rackete: "La giustizia italiana fa a pezzi i Decreti sicurezza di Salvini"
Carola Rackete

globalist Modifica articolo

23 Dicembre 2021 - 15.02


Preroll

Ora c’è grande soddisfazione.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Carola Rackete ha fatto il suo dovere. Cade anche l’ultima accusa a suo carico: accolta la richiesta di archiviazione nei suoi confronti. Non ha commesso alcun reato entrando in porto a Lampedusa con i naufraghi soccorsi. La giustizia italiana fa a pezzi i Decreti sicurezza voluti da Matteo Salvini e chiude, una volta per tutte, una triste e disumana stagione di muri, intolleranza e ingiustizia. È una bella giornata per i diritti di tutte e tutti nel nostro paese”.

Middle placement Mobile

 Lo scrive su Facebook il deputato di LeU Erasmo Palazzotto.

Dynamic 1

Soddisfatto Matteo Orfini

 “Rackete ha agito nell’adempimento del dovere di salvataggio previsto dal diritto nazionale ed internazionale del mare”. Così è scritto Nel decreto che archivia definitivamente il procedimento contro Carola Rackete”, così in una nota Matteo Orfini, parlamentare del Partito Democratico.

Dynamic 2

“Ero su quella nave quando entrò in porto. Per anni Salvini, Meloni, tutte le destre (e purtroppo non solo quelle) ci hanno accusato di essere speronatori, delinquenti, traditori della patria. Invece avevamo semplicemente scelto di stare dalla parte giusta. E tutti loro oggi dovrebbero semplicemente scusarsi”, conclude.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile