Salvini dimentica che il legale della Gkn è consulente della Lega: "Il capo dello Stato non lo decidono i radical chic"
Top

Salvini dimentica che il legale della Gkn è consulente della Lega: "Il capo dello Stato non lo decidono i radical chic"

Il capo della Lega fa le battutine sui benpensanti da salotto che fanno il cenone di capodanno a Cortina mentre i suoi amici fanno licenziare gli operai

Salvini dimentica che il legale della Gkn è consulente della Lega: "Il capo dello Stato non lo decidono i radical chic"
Preroll

globalist Modifica articolo

4 Dicembre 2021 - 12.37


ATF

La solita retorica sovranità da leader di un partito di estrema destra che finta di fare gli interessi dei lavoratori ma va contro i sindacati e ha come consulente lo studio legale che ha aiutato l’azienda a mandare a casa centinaia di operai con una mail.

Matteo Salvini non sceglie tra Mario Draghi e Silvio Berlusconi per il Quirinale, il segretario della Lega a margine di una iniziativa pubblica non risponde alla domanda dei giornalisti ma precisa che non sono accettabili le campagne per escludere il leader di Fi.

“Non faccio selezioni ma neanche esclusioni. Sono tristi le campagne stampa contro qualcuno e per escludere qualcuno. C’è una legge, una Costituzione: chiunque abbia i requisiti si può candidare e non lo decide qualche ‘radical chic’ benpensante dal salotto al cenone di capodanno a Cortina chi fa o non fa il presidente della repubblica”.

Leggi anche:  Europee, Salvini gioisce per Vannacci e per gli xenofobi di Le Pen: "Ci davano per morti ma siamo vivi e vivaci"
Native

Articoli correlati