Top

Mastella si iscrive alla corsa al centro: "Penso a un partito nazionale perché..."

Il rieletto sindaco di Benevento critica il centro-destra: "Nessuno tra Salvini e Meloni può essere premier, hanno dimostrato immaturità politica. E allora..."

Clemente Mastella
Clemente Mastella

admin Modifica articolo

19 Ottobre 2021 - 10.21


Preroll
Clemente Mastella è una vecchia volpe, e come tale è riuscita a riguadagnarsi il posto di sindaco nella sua città, Benevento, in barba a tutti i candidati che lo sfidavano.
“Sto pensando di fare un partito nazionale dopo la vittoria di Benevento, assieme ad altri ovviamente, perché c’è bisogno di un’area centrale”. Lo ha detto Clemente Mastella, ieri riconfermato sindaco di Benevento con la vittoria al ballottaggio, intervenuto a Radio Cusano Campus. Analizzando i risultati del centrodestra, Mastella ha spiegato: “Il primo problema del centrodestra è che non può avere una coalizione alle elezioni e poi una divisione a livello nazionale, così è solo la misurazione di chi arriva prima ma sono i primi dei secondi. Come ha detto Berlusconi, nessuno tra Salvini e Meloni può essere premier, hanno dimostrato immaturità politica. Anche questa scelta no vax, ni vax, non ha pagato.
Non si può stare sia al governo che all’opposizione come fa Salvini.
Questo è il motivo principale della sconfitta. E poi anche il fatto che bisogna sempre rivolgersi a candidati fuori dalla politica non funziona, di Draghi ce n’è uno tutti gli altri son nessuno. La Dc sceglieva Guido Carli, ne metteva uno, massimo due, ma non è che tutti i tecnici sono bravi e tutti i politici sono cattivi, ci sono tecnici bravi e cattivi e politici bravi e cattivi. Adesso Salvini e Meloni faranno la prova di sottomissione e si vedranno ad Arcore, i candidati di Forza Italia almeno hanno vinto”.
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile