Top

Bettini: "L'atteggiamento della Meloni sul fascismo è ambiguo. Sciogliere Forza Nuova è giusto"

il dirigente nazionale del Pd: "E' evidente che Meloni, basta leggere il suo libro, tende a non parlare del fascismo storico, sostenendo che non la riguarda, e non ne porta alcuna responsabilità. Faccia i conti con la propria storia"

Goffredo Bettini, dirigente nazionale del Pd
Goffredo Bettini, dirigente nazionale del Pd

globalist

12 Ottobre 2021 - 10.55


Preroll

L’assedio romano da parte dei neofascisti di Forza Nuova ha suscitato inorridimento e repulsione a destra e a sinistra. Goffredo Bettini, dirigente nazionale del Pd, in una intervista al Manifesto, ha sottolineato quanto sia poco etico da parte della Meloni non riconoscere come atto fascista quello che è accaduto sabato nella capitale e alla sede della Cgil.
“La reazione della Meloni è del tutto e ambigua e reticente. E’ evidente che Meloni, basta leggere il suo libro, tende a non parlare del fascismo storico, sostenendo che non la riguarda, perché allora neppure era nata e quindi non ne porta alcuna responsabilità. Non mi convince. Ognuno deve fare i conti con la propria storia e il proprio passato”.
Ha poi proseguito: “Comprendo l’allarme di Provenzano. Ma è sempre pericoloso – ha affermato Bettini -voler tagliare fuori un partito che ha il 20% dei consensi tra gli italiani. Semmai deve essere più forte la nostra battaglia ideale e il richiamo all’elettorato di destra a non fidarsi di chi non ha il coraggio di condannare senza reticenze comportamenti violenti e squadristici. Per Forza Nuova il discorso è diverso. E’ una piccola formazione di quadri che pratica forme di illegalità. Penso che ci siano tutti gli elementi perché si proceda allo scioglimento”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage