Meloni prende le distanze da Fanpage ma non dal fascismo: "L'inchiesta è una polpetta avvelenata"
Top

Meloni prende le distanze da Fanpage ma non dal fascismo: "L'inchiesta è una polpetta avvelenata"

La capa di Fratelli d'Italia: "Tre anni di giornalista infiltrato per mandare in onda 10 minuti di video nell'ultimo giorno di campagna elettorale"

Meloni e La Russa
Meloni e La Russa
Preroll

globalist Modifica articolo

2 Ottobre 2021 - 13.00


ATF

Poteva prendere le distanze dal fascismo una volta per tutte e n on lo ha fatto perché non lo può fare.

Poteva chiedere scusa per aver candidato il ‘barone nero’ alle politiche con Fratelli d’Italia e non lo ha fatto, preferendo che i suoi peones andassero in giro a minimizzare quanto è accaduto e a presentare il ‘barine’ come un personaggio folkloristico e marginale.

E di chi è la colpa? Di chi ha mostrato la doppiezza sovranista, ossia di un partito pieno di fascisti che fa finta di nulla.

 Il video diffuso da Fanpage e’ “una polpetta avvelenata a pochi giorni dal voto amministrativo”.

Così Giorgia Meloni, da Vittoria, nel Ragusano, dove si vota il prossimo 10 ottobre, per partecipare a un comizio elettorale, “Tre anni di giornalista infiltrato – aggiunge – per mandare in onda 10 minuti di video nell’ultimo giorno di campagna elettorale e sulle pagine dei giornali nel giorno del silenzio , in uno stato di diritto no sarebbe mai accaduto. Continuo a chiedere al direttore di Fanpage le oltre 100 ore di girato per capire come si comportano i miei dirigenti”. 

Leggi anche:  Innocenzi di Fratelli d'Italia sindaco di Tivoli, bene 48 piazze e il Pd ne esce con le ossa rotte
Native

Articoli correlati