Top

Lamorgese sulle proteste no-vax: "C'è preoccupazione per la presenza di estremisti"

La ministra dell'Interno parla della galassia fascio-negazionista e non nasconde qualche timore per un rigurgito del terrorismo islamista

Ministra Lamorgese

globalist

10 Settembre 2021


Preroll

L’unico linguaggio possibile per i fascisti è la violenza, e questo è ciò che spaventa anche le istituzioni dopo la violenza scovata dei gruppi Telegram e i controlli effettuati per i cortei, che hanno fatto scoprire il pericolo delle infiltrazioni estremiste.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“La preoccupazione c’è perché i toni salgono sempre di più e c’è il rischio che ci siano estremismi che vanno a incidere sulle manifestazioni”.

Middle placement Mobile

Lo ha detto, durante la presentazione del Libro Blu 2020 dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli, il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, parlando delle manifestazioni anti Green pass.

Dynamic 1

Un rischio dovuto soprattutto alla presenza di gruppi fascisti che si infiltrano quando non organizzano direttamente le proteste.

 “Da inizio pandemia abbiamo svolto 50 milioni di controlli – ha sottolineato il ministro -, ci sono state manifestazioni con infiltrazioni della criminalità. In questo momento abbiamo avuto manifestazioni che ci davano preoccupazione, come il blocco delle stazioni, dove ci siamo impegnati particolarmente ed è andato tutto bene”.

Dynamic 2

Rischio lupi solitari nel terrorismo jihadista – “Al momento il rischio è rappresentato da lupi solitari o persone particolarmente fragili. C’è un rischio latente, dobbiamo pensare a lupi solitari e a persone particolarmente fragili. Si tratta di una situazione difficile, ne abbiamo parlato al G7 per mettere in piedi uno sforzo comune”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage