Castellone (M5s): "Con Conte ci prepariamo a scrivere una nuova storia"
Top

Castellone (M5s): "Con Conte ci prepariamo a scrivere una nuova storia"

La senatrice grillina: "Ha dimostrato di essere un politico lungimirante con grandi capacità tecniche e ha a cuore il bene dei cittadini e del Paese".

Maria Domenica Castellone
Maria Domenica Castellone
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Agosto 2021 - 12.28


ATF

E’ iniziato un nuovo capitolo nella storia del Movimento 5 Stelle, che fino a qualche settimana fa sembrava vicino al disfacimento dopo i contrasti tra Grillo e Conte. 

Giuseppe Conte è stato ieri votato in modo plebiscitario dagli iscritti sulla piattaforma Skyvote come nuovo presidente del Movimento.

“Ci prepariamo a scrivere una nuova storia ma siamo più consapevoli e più decisi che mai a difendere la nostra identità politica”.

A dichiararlo è la senatrice M5S Maria Domenica Castellone in un’intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino.

Sulla scelta di Conte come Presidente del Movimento 5 Stelle la senatrice aggiunge che “è stato il Presidente del Consiglio scelto dal Movimento 5 stelle in ben due governi e con noi ha condiviso il percorso partito a Marzo 2018. Ha dimostrato di essere un politico lungimirante, un professionista dotato di grandi capacità tecniche e un uomo che ha a cuore il bene dei cittadini e del Paese. Ha saputo essere una guida forte e solida nei mesi terribili della pandemia e anche in questi ultimi mesi difficili ci ha dato la speranza e il coraggio di andare avanti”.

Leggi anche:  Giuseppe Conte risponde a Beppe Grillo: "Il M5s non è nelle sue mani, lasciamogli fare le sue battute"

Sulle amministrative, parlando di Napoli, la senatrice poi dichiara: “è una città fantastica ma difficile e multiforme e va amministrata tenendo bene in mente che servono serietà, competenza, concretezza. Sono orgogliosa che Gaetano Manfredi abbia accettato la candidatura a sindaco di Napoli e sono sicura che investirà tutte le sue energie per portare la sua visione innovativa nel programma che serve alla nostra città per rinascere”.

Native

Articoli correlati