L'addio tra Casaleggio e il M5s: "Sono sollevato, era impossibile proseguire"
Top

L'addio tra Casaleggio e il M5s: "Sono sollevato, era impossibile proseguire"

Il responsabile di Rousseau: "Non devo più assumermi o sentirmi le responsabilità per decisioni altrui. Negli ultimi 16 mesi il Movimento ha violato molte regole e principi"

Davide Casaleggio
Davide Casaleggio
Preroll

globalist Modifica articolo

7 Giugno 2021 - 10.41


ATF

Lo strappo definitivo è andato in scena nei giorni scorsi, con il conseguente distaccamento tra Movimento 5 Stelle e la piattaforma Rousseau.
“Oggi sono molto sollevato. Non devo più assumermi o sentirmi le responsabilità per decisioni altrui”.

Lo dice Davide Casaleggio, aggiungendo: “Siamo arrivati ad un accordo perchè era necessario separare le strade. Negli ultimi 16 mesi il MoVimento ha violato così tante regole e principi di democrazia interna e di rispetto delle decisioni degli iscritti da rendere impossibile per noi continuare un percorso condiviso. Siamo arrivati a non vedere motivi per stare ancora insieme. I soldi come la consegna degli iscritti non sono mai stati la causa del problema, ma un effetto. Il problema era che il MoVimento non intendeva onorare gli impegni presi pagando i lavoratori che attendevano il dovuto da mesi”.

Poi prosegue: “Il modello del Movimento 5 stelle ha consentito di ottenere il 33% di fiducia del Paese e ha dato la possibilità a migliaia di cittadini sconosciuti, come lo stesso Giuseppe Conte, di rivestire ruoli prestigiosi e di potere impensabili. Probabilmente quello che oggi non va più bene è che si vuole dare questa possibilità a persone ben definite”.

Leggi anche:  Grillo tratta Conte come Pizzarotti: "Io essenziale, lui ha preso meno voti di Berlusconi morto"

 

Native

Articoli correlati