Top

Salvini: videoconferenza con Giuliani, sostenitore dei brogli inesistenti contro Trump

Il capo della Lega con l'avvocato del golpista mancato, finito nel mezzo di numerose indagini

Rudy Giuliani
Rudy Giuliani

globalist

17 Giugno 2021 - 17.32


Preroll

Un segnale sinistro viste tutte le cose controverse che hanno fatto i trumpiani, compresa l’istigazione di quel mezzo golpe di Capitol Hill.
Videoconferenza di un`ora tra Matteo Salvini e Rudolph Giuliani, ex sindaco di New York (dal 1994 al 2001) nonchè consigliere di Donald Trump. Al centro del colloquio – riferisce una nota della Lega – le relazioni tra Italia e Stati Uniti, la situazione geopolitica, i prossimi appuntamenti elettorali nei due Paesi.
La videoconferenza, si legge nella nota, “si è svolta in un clima molto cordiale: Salvini ha ribadito la preoccupazione per l`aggressività di alcuni paesi a partire dall`Iran e il timore per l`uscita di scena di Benjamin Netanyahu in Israele”. Salvini ha anche parlato di immigrazione, segnalando che nelle ultime settimane ha incontrato molti ambasciatori dei paesi nordafricani in Italia (l`ultimo quello del Marocco, questa mattina) “con l`obiettivo di rafforzare la cooperazione anche su lotta al terrorismo e all`immigrazione clandestina”.
Salvini ha precisato che i rapporti tra Stati Uniti e Italia resteranno ottimi “indipendentemente dal colore dell`amministrazione statunitense”, e ha ringraziato Giuliani “per la fiducia e la stima”.
Salvini ha anche fatto riferimento al centrodestra italiano, spiegando l`idea della federazione “con l`intento – prosegue la nota della Lega – di rendere ancora più uniti ed efficaci i partiti che ne fanno parte. Un passaggio importante, ha detto Salvini, anche in vista delle prossime Politiche”.
Il leader della Lega e Giuliani si sono confrontati pure sulla Cina, sul Covid-19 e sulle possibili origini del virus. Si sono accordati per vedersi al più presto a New York, con la promessa di sentirsi costantemente per fare il punto della situazione politica e internazionale: “Tra i temi che desiderano approfondire ci sono Flat Tax e sicurezza col modello della ‘tolleranza zero’. Giuliani ha tenuto a ricordare le sue radici italiane, che affondano a Firenze e a Napoli, e ha salutato dicendo ‘viva l`Italia’”.
Ovviamente nessun cenno al mancato golpe di Capitol Hill che sulla base delle false accuse di Trump e dei suoi accoliti ha portato all’assalto al congresso che è costato numerosi morti e feriti.
Evidentemente quel modello non dispiace a Salvini, visto che non solo non prende le distanze ma si presenta come un interlocutore privilegiato.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage