Rifondazione: "Solidarietà al professor Sullam, studioso di antisemitismo per gli attacchi della destra"
Top

Rifondazione: "Solidarietà al professor Sullam, studioso di antisemitismo per gli attacchi della destra"

Il docente dell'università di Venezia aveva fotografato la libreria di una vetrina con il libro di Giorgia Meloni capovolto

Simon Levis Sullam professore di Storia Contemporanea all’Università Cà Foscari Venezia
Simon Levis Sullam professore di Storia Contemporanea all’Università Cà Foscari Venezia
Preroll

globalist Modifica articolo

30 Maggio 2021 - 10.54


ATF

Simon Levis Sullam è finito nell’occhio del ciclone per il post su Giorgia Meloni. Il professore associato di Storia Contemporanea all’Università Cà Foscari Venezia ha pubblicato sulla propria pagina social una foto del libro della capa di Fratelli d’Italia messo ‘a testa in giù’ sugli scaffali della libreria Feltrinelli.
Il professore ha poi ironizzato sulla Meloni, scrivendo nei commenti che la posizione,  può provocare “solo un po’ di mal di testa”: chiaro riferimento al fascismo e a Mussolini.
“Il Prc/Se esprime massima solidarietà al professore Simon Levis Sullam, docente associato all’università di Venezia, oggetto di un attacco scomposto da parte di Giorgia Meloni e, ancor più, dei giornali di estrema destra”.
Lo ha scritto in una nota Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea.
“Si tratta – ha spiegato Acerbo – di uno dei più acuti studiosi dell’antisemitismo contemporaneo che ha rivolto uno sberleffo, non a una privata e indifesa cittadina, ma una parlamentare della Repubblica massimo dirigente di un Partito. Se l’on. Meloni vuole farsi apprezzare da tutti – ha aggiunto – condanni il fascismo storico e i suoi disvalori a tutt’oggi propalati nel senso comune. L’attacco contro Sullam – ha concluso – offende tre valori costituzionali: la libertà di pensiero ed espressione (art. 21) e, indirettamente, la libertà di insegnamento (art. 33). Il professore ha la nostra massima solidarietà anche verso il suo datore di lavoro, Ca’ Foscari, che allude a procedimenti disciplinari”.
La rettrice di Ca’ Foscari: basta insulti e offese sul caso Sullam
“In queste ultime ore ho constatato con sconcerto il preoccupante accrescersi, in rete, di dichiarazioni e commenti ai limiti dell’odio in relazione alla vicenda del post del prof. Sullam (prontamente ritirato). Al di là dell’episodio in sé, sul quale mi sono già espressa, mi auguro che si interrompa al più presto questa ignobile e allarmante catena di insulti e offese, a cui purtroppo sempre più spesso capita di assistere. L’odio non è tollerabile e l’Ateneo, pur ribadendo la propria estraneità all’iniziativa personale del prof. Sullam, condanna fermamente ogni forma di attacco, offesa o violenza a lui o a chiunque altro indirizzata”. 
Così in una nota la Rettrice dell’Università Ca’ Foscari Venezia, Tiziana Lippiello, tornando sul post, poi rimosso, del docente Simon Levis Sullam che ha pubblicato su Facebook un’immagine dei libri di Giorgia Meloni posizionati ‘a testa in giù’.

Leggi anche:  Quando Pertini tuonava: "Dire no al fascismo è riaffermare i valori della Resistenza"
Native

Articoli correlati