Boldrini presenta un'interrogazione alla Camera: "I brevetti non siano un ostacolo all'accesso ai vaccini"
Top

Boldrini presenta un'interrogazione alla Camera: "I brevetti non siano un ostacolo all'accesso ai vaccini"

La deputata ha presentato un'interrogazione parlamentare sul tema della moratoria temporanea dei brevetti sui vaccini e sui farmaci anti-Covid, tema al centro anche dell'incontro dell'Omc previsto domani a Ginevra

Laura Boldrini
Laura Boldrini
Preroll

globalist Modifica articolo

10 Marzo 2021 - 17.22


ATF

Laura Boldrini ha presentato un’interrogazione parlamentare sul tema della moratoria temporanea dei brevetti sui vaccini e sui farmaci anti-Covid, tema al centro anche dell’incontro dell’Organizzazione Mondiale del Commercio previsto domani a Ginevra in seguito alla richiesta di India e Sudafrica: “I diritti di proprietà intellettuale non devono essere d’ostacolo all’accessibilità del vaccino” ha detto la deputata Pd.
Nell’interrogazione, rivolta al presidente del Consiglio e al ministro dello Sviluppo economico, è spiegato che “è necessario che le aziende titolari dei brevetti si impegnino a consentire la produzione anche fuori dai propri stabilimenti” attraverso “licenze obbligatorie che, per mezzo di deroghe temporanee in base agli Accordi Trips (accordi sugli aspetti commerciali dei diritti di proprietà intellettuale), consentono di sospendere un brevetto in caso di emergenze di sanità pubblica”.
Nell’interrogazione, la deputata Dem chiede al governo “come intenda agire in ambito Ue, Omc e G20, affinché l’Omc deroghi al regime ordinario dell’Accordo Trips sui brevetti per garantire l’accesso gratuito e universale ai vaccini necessari a fermare la pandemia”, come richiesto nella risoluzione approvata, a dicembre, dalla Camera.

Leggi anche:  Attacco a Rafah, Boldrini (Pd): "Usa e Ue fermino Netanyahu, questo immobilismo è insopportabile"
Native

Articoli correlati