Ristoranti, Miccoli (Pd) attacca Bonaccini: "Più che a Salvini mi affiderei ai tecnici e alla scienza"

Al responsabile del lavoro del Pd non è piaciuta l'uscita del presidente dell'Emilia Romagna che ha definito ragionevole l'idea del leader della Lega di aprire i ristoranti la sera"

Marco Miccoli

Marco Miccoli

globalist 23 febbraio 2021

Un botta e risposta sul merito ma che (forse) ha sullo sfondo le sorti del Pd alla cui guida il presidente dell’Emilia Romangna è  dato da molti in pole position mentre l’ex parlamentare di Roma è considerato uno ‘zingarettiano’ di ferro.

"Dico a Bonaccini che le proposte di Salvini non sono mai ragionevoli, sono sempre strumentali". 
Lo scrive su Fb Marco Miccoli, responsabile Lavoro del Pd.
"Siamo in una fase difficile e la politica deve saper coniugare le esigenze del Paese a quelle della lotta alla pandemia. Più che a Salvini mi affiderei ai tecnici e alla scienza. Prima sconfiggiamo il virus e prima i ristoratori usciranno dalla crisi. Dobbiamo sostenerli economicamente, non dilungare le loro difficoltà".
Il riferimento è alle dichiarazioni dell’amministratore del Pd che, per molti a sorpresa, ha definito ragionevoli le posizioni del leader della Lega sull’apertura serale dei ristoranti.


Anche il coordinatore di Articolo Uno, Arturo Scotto, ha criticato le dichiarazioni di Bonaccini.