Bonaccini (a sorpresa) dà ragione a Salvini: "Riaprire i ristoranti la sera"

Il presidente dell'Emilia Romagna: "Introdurre una maggiore flessbilità per alcune categorie, dove i rischi sono minori. Ad esempio i ristoranti la sera, nelle città dove le cose vanno meglio".

Il presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini

Il presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini

globalist 23 febbraio 2021

Qualcuno non se l'aspettava. Ma con molto più eleganza la visione del presidente della regione Emilia Romagna non è poi così distante rispetto a quella di Toti o di Zaia e perfino a quella del capo della Lega, fan dichiarato di Bolsonaro e Trump e da sempre insofferente su chiusura, mascherine e divieto di circolazione notturna.


"Differenze tra Boccia e Gelmini? La cosa positiva è che ci si vede spesso anche di domenica. Tra poco, il 5 marzo, scadrà il Dpcm, bisognerà intervenire. E' ragionevole il discorso di Salvini quando dice di introdurre una maggiore flessbilità per alcune categorie, laddove i rischi sono minori. Ad esempio i ristoranti la sera, nelle città dove le cose vanno meglio".


Lo ha detto il presidente della Regione Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, ospite a 'L'aria che tira' su La7.
"Ci sono molti settori in difficoltà, come quello del turismo, dei bar, dei ristoranti e altri - ha spiegato - E ci sono due settori di cui non parla mai nessuno: lo sport e la cultura. Servono ristori immediati e superiori per aiutare queste categorie. Diamo tempo al Governo di assestarsi".