Mastella si riprende la scena: "Responsabile? Di irresponsabile c'è l'apertura della crisi"

Il sindaco di Benevento: "Se si fa un altro governo Conte con gli stessi 'contraenti' e si cambiano i ministri M5S (che è il più friabile) al Senato i numeri rischiano di essere ancor più ballerini".

Clemente Mastella

Clemente Mastella

globalist 13 gennaio 2021

Lui, il clementone nazionale, pacificatore un poi' di qua e un po' di là. Con Prodi e con Berlusconi, con De Luca e con la destra campana.


E adesso? "Responsabili, irresponsabili... Qui di irresponsabile c'è l'apertura di una crisi. Mica l'ho capito Renzi, la sua è una strategia incredibile senza costruzione... E poi, perché fare un Conte ter e non lasciare il Conte bis?". 



Parole del sindaco di Benevento Clemente Mastella, commentando la situazione del governo dopo le dimissioni delle ministre Iv e la conferenza stampa di Renzi.
"E perché assicurare che non farà ribaltoni? Come se il centrodestra fosse disponibile... Ma ce la vedete Meloni?".


Mastella si ritrae anche di fronte a similitudini da prima Repubblca: "Iv passa all'appoggio esterno? Non lo so, non capisco proprio".
Quello che l'ex Guardasgilli però ha ben chiaro è che la navigazione di Conte, ter o meno, deve guardarsi da un rimescolamento debole: "Se si fa un altro governo Conte con gli stessi 'contraenti' e arrivi a cambiare i ministri M5S (che è il più friabile fra loro), al Senato i numeri rischiano di essere ancor più ballerini. Se già adesso per raggiungere 161 hanno bisogno di Sandra... (la moglie, Sandra Lonardo, ndr). Insomma, attenti con la puzza sotto il naso nei confronti dei responsabili attuali: Conte rischia di trovarsi al Senato senza di loro e con molti più 'irresponsabili' nuovi".