Meloni strepita di 'nemici della Patria' e Calenda la gela: "Parli come nel Ventennio, datti una calmata"

Anche dal Pd sono arrivate critiche, soprattutto per la strenua difesa che Meloni sta facendo del veto di Polonia e Ungheria al Recovery Fund

Giorgia Meloni

Giorgia Meloni

globalist 9 dicembre 2020
Il consueto Meloni-show alla Camera, dove la leader di Fratelli d'Italia ha accolto le comunicazioni del Premier Conte con la solita furia sovranista ha scatenato le critiche e anche l'ilarità di Carlo Calenda, che su Twitter scrive: "'I nemici dell'Italia' e 'tradimento ai danni degli italiani', è un linguaggio da 'Ventennio' che suona oggi esagerato e ridicolo. Datti una calmata vai. Che la seconda volta si ripete in farsa".
Anche dal Pd sono arrivate critiche, soprattutto per la strenua difesa che Meloni sta facendo del veto di Polonia e Ungheria al Recovery Fund: "La difesa di Polonia e Ungheria alla Camera della Meloni non fa rima con la parola di cui più abusa: ''patriota''. Il veto sul recovery è contro la nostra Patria. E lo stato di diritto è tutt'uno con la nostra Patria dal 1948" ha scritto su twitter il vicesegretario del Pd Andrea Orlando.