Perché Giorgia Meloni è l'ultima che può definire 'patriottica' la sua opposizione
Top

Perché Giorgia Meloni è l'ultima che può definire 'patriottica' la sua opposizione

Fratelli d'Italia ha decido di votare no alla fiducia a Draghi. E la loro capa usa badilate di retorica per tentare di far credere che è l'unica che difende gli italiani. Difende?

Daniela Santanché e Giorgia Meloni
Daniela Santanché e Giorgia Meloni
Preroll

globalist Modifica articolo

15 Febbraio 2021 - 21.59


ATF

Il comunicato è secco ed è stato vergato di pugno da Giorgia Meloni, ossia la leader dell’estrema destra rimasta all’opposizione.
”La Direzione Nazionale di Fratelli d’Italia ha approvato all’unanimità la mia proposta di votare no alla fiducia al Governo Draghi. Sono troppi i Ministri in continuità con il precedente Governo e troppo è il peso della sinistra nell’Esecutivo. Non riteniamo possibile tentare di ricostruire l’Italia con gli stessi che hanno contribuito a distruggerla. Faremo una opposizione patriottica, lavorando sempre per il bene della Nazione e votando di volta in volta i provvedimenti che riterremo utili per l’Italia”. 
Fin qui la Meloni. Ma che significa ‘patriottica’? Da cosa si distingue l’opposizione dall’opposizione patriottica?
Da nulla, ovviamente. Si tratta solo del tentativo sbilenco della destra di appropiarsi di termini (Patria e partioti) che li facciano percepire come gli unici difensori dell’Italia e dell’italianità.
Ovviamente questo non è vero: quando la Meloni si opponeva alle prime chiusure con l’arrivo del Covid era patriottica o nemica degli italiani (che morivano a decine e centinaia)?
Quando la Meloni questa estate insieme con Daniela Santanché, socia di Briatore, difendeva la movida dei ricchi e delle discoteche era patriottica o nemica degli italiani, visto che la seconda ondata è figlia dell’abbassamento della guardia dell’estate?
Quando la Meloni sotto le feste si mostrava contraria a troppe restrizioni ed era in disaccordo con la chiusura degli impianti di sci era patriottica oppure nemica degli italiani, molti dei quali (non si potrà sapere quanti) proprio grazie a quella chiusura non si sono presi il Covid, non sono ammalati e non sono morti?
Quando la Meloni diversamente alla verità e al buonsenso dava la colpa dei contagi ai migranti cos’era? Patriottica?
Quando la Meloni per delegittimare le restrizioni parlava di immigrati liberi di uscire mentre gli italiani erano costretti a rimanere a casa cosa era? Patriottica o dispensatrice di menzogne, visto che non si ha memoria di feste in discoteca di clandestini e balli in piazza durante il coprifuoco?
Di patriottico non c’è nulla nell’opposizione di Giorgia Meloni. Ma se la capa di Fratelli d’Italia qualcosa di patriottico la vuole fare sul serio vada davanti un lapide partigiana (quelle sempre imbrattate dai fascisti) e deponga un fiore. Per ringraziare tutti i patrioti (veri) che hanno ridato all’Italia la libertà e la dignità perduta durante la dittatura fascista.
Quei fascisti veri traditori della patria per i crimini commessi contro tanti italiani e per aver spalleggiato i nazisti nell’occupazione della Patria, con il corredo di stragi che a Sant’Anna di Stazzema piuttosto che a Marzabotto ancora ricordano bene.

Leggi anche:  Picierno (Pd): "Sulle nomine Ue Meloni ha fatto un casino totale"
Native

Articoli correlati