Top

La eleggono nel Pd poi passa a LeU, ma quando legge Fusaro si scopre leghista e ora...

Il doppio salto dell'ex deputata dem Eleonora Cimbro, che al Fatto dice: "Sono sempre concorde con Giorgia Meloni"

Eleonora Cimbro con Salvini
Eleonora Cimbro con Salvini

globalist

16 Gennaio 2020 - 08.26


Preroll

Era stata eletta in Parlamento con il Pd nel 2013, poi ha lasciato il Pd in polemica con Matteo Renzi, poi ha aderito a Liberi e Uguali, poi ha deciso di prendere la tessera della Lega di Matteo Salvini, ma guarda con grande interesse a Giorgia Meloni. È Eleonora Cimbro, che si racconta al Fatto Quotidiano.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Primo passaggio, il Pd.

Middle placement Mobile

“Ho vinto le primarie, ero senza paracadute. E appena eletta mi sono accorta che avevo sbagliato partito”

Secondo passaggio, Leu.

Dynamic 1

“Lo immagino più vicino al popolo, all’esigenza di avanzare sui diritti sociali. E mi impegno. Frequento le assemblee”… “Ero con Grasso e Boldrini, ma li ha visti? Mi sono accorta subito di aver fatto la scelta sbagliata”.

Terzo passaggio, Lega.

“Mi fa riflettere la lettura di un libro di Diego Fusaro”… “Non c’è più destra e sinistra, ma elite contro popolo”

Cimbro comprende che tutto questo potrebbe spiazzare.

Dynamic 2

“Sembro schizofrenica, pazza. Invece sono savia. Ho preso la tessera perché ci credo”.

D’altro canto anche il suo compagno, Giuseppe Femia, è passato da Leu alla Lega. Cimbro si dichiara leghista “al cento per cento”, ma aggiunge un elemento. 

“Sono sempre concorde con Giorgia Meloni”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage