Il delirio di Trump: "Il futuro è dei patrioti, non dei globalisti, sperate che gli Usa non usino la loro potenza"
Top

Il delirio di Trump: "Il futuro è dei patrioti, non dei globalisti, sperate che gli Usa non usino la loro potenza"

Il Presidente lo ha detto alla Nazioni Unite, all'indomani del discorso di Greta Thumberg.

Trump
Trump
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Settembre 2019 - 14.56


ATF

È un Trump iracondo e minaccioso quello che si è presentato alle Nazioni Unite, all’indomani del discorso di Greta Thumberg rivolto ai potenti di tutto il mondo. Quasi volesse riaffermare la sua autorità, il Presidente degli Stati Uniti ha usato parole violente e aggressive: “Il futuro non appartiene ai globalisti, il futuro appartiene ai patrioti. Appartiene a nazioni sovrane e indipendenti che proteggono i propri cittadini, rispettano i vicini e onorano le differenze che rendono speciale e unico ogni paese”.
Il discorso poi prende una piega minacciosa: “Gli Stati Uniti sono di gran lunga la nazione più potente del mondo. Speriamo di non dover usare mai questa potenza. se volete la pace, amate la vostra nazione”. Insomma, fate come vi dico, oppure ci saranno conseguenze. 

Leggi anche:  Progressisti, liberali, conservatori: un 'Fronte Popolare' per evitare che Trump torni alla Casa Bianca
Native

Articoli correlati