Fratoianni contro Salvini alla Camera: "continua a rosicare, ti devi solo vergognare"

Durissimo scontro tra il deputato Nicola Fratoianni e Matteo Salvini durante il question time alla Camera

Nicola Fratoianni alla Camera

Nicola Fratoianni alla Camera

globalist 3 luglio 2019

Nicola Fratoianni, di Liberi e Uguali, ha pesantemente attaccato Salvini sulla Sea Watch durante un'interrogazione parlamentare: "Perché, nonostante fosse stato da ore annunciato e raggiunto un accordo internazionale per accogliere i profughi della Sea Watch (51 comuni della Germania avevano dato la loro disponibilità, così come la diocesi di Torino) e la Libia non è un porto sicuro, lei ministro non ha autorizzato lo sbarco? Chi ha ordinato a quella motovedetta della Guardia di Finanza di porsi tra la banchina e la Sea Watch, mettendo a rischio la sicurezza della motovedetta?" ha chiesto il deputato ex Sinistra Italiana. 


Salvini, con fare molto aggressivo ha risposto: "Ecco i veri colpevoli sono i finanzieri. Hanno in maniera inaudita tentato di difendere i confini di questo paese. Lo dico anche per carabinieri e poliziotti che stando a questa sentenza non hanno più diritto a imporre l’alt". Le parole del Ministro sono state accolte da risate e applausi, poi Salvini ha continuato: "Per la mattina successiva era già stato autorizzato lo sbarco, quindi è inammissibile l’atto criminale di chi sulla pelle dei finanzieri ha compiuto solo una sporca battaglia politica. Nè più né meno. Io rappresento l’autorità nazionale, piaccia o non piaccia. Finché sono ministro, entra chi ha il diritto di entrare. Quegli immigrati sarebbero sbarcati pacificamente la mattina dopo, se di notte non fosse stato commesso un atto di guerra, che spero come tale venga condannato". 


Fratoianni, furibondo, ha replicato: "Se avesse autorizzato lo sbarco e fosse stato comunicato, la comandante non avrebbe ritenuto necessario entrare in porto. Nè lei né altre autorità ha annunciato che lo sbarco era stato autorizzato. La sentenza del gip di Agrigento segna una sconfitta per il suo cinismo, non c’è stata violazione perché la guardia di finanza non è una nave da guerra dentro le nostre acque territoriali".


Il commento di Fratoianni è stato accolto da molte contestazioni di area Lega e il deputato ha risposto: "Quando si rosica capisco questa reazione, quindi rosicate. Continuate a rosicare e mettetevi l’anima in pace. Avete subito una clamorosa sconfitta, nel nome della legge. Vi dovete vergognare. Continuate a fare fotomontaggi. Il suo attacco alla magistratura, Ministro Salvini, dimostra il suo cinismo e il carattere eversivo dei suoi comportamenti".