Di Maio attacca i Benetton per il ponte Morandi: serve giustizia

Lo afferma il vicepremier, Luigi Di Maio in un video su Facebook.

Di Maio

Di Maio

globalist 28 giugno 2019

Il crollo del ponte Morandi "è stata una pagina tristissima della nostra storia e grazie all'abbattimento ora possiamo costruire. Ma soprattutto dobbiamo fare giustizia. Quelle persone che sono morte sono morte perché qualcuno non ha fatto manutenzione per questo ponte. E quel qualcuno sono Autostrade per l'Italia della famiglia Benetton, inutile che si dica Atlantia per non capire di chi stiamo parlando. Sono la famiglia Benetton". Lo afferma il vicepremier, Luigi Di Maio in un video su Facebook.


"Se vogliamo fare giustizia - ed è chiaro che nelle sedi processuali ci saranno i processi e i risarcimenti danni - come Stato abbiamo il dovere di togliere le autostrade italiane a chi non ha fatto le manutenzioni. Ed è quello che porteremo avanti", afferma Di Maio, secondo il quale alle commemorazioni del 14 agosto "ci si deve andare con la concessione di revoca almeno avviata". In Borsa - aggiunge poi - i titoli crollano se non lavori bene non è questione di dichiarazioni.


Interviene sul tema anche il premier, Giuseppe Conte: "Di fronte a una tragedia così significativa questo governo ha assunto pubblicamente una posizione: si tratta di una tragedia che non può essere oscurata, non possiamo far finta di niente" per "rispetto ai morti e ai loro familiari". Questo "ci ha portato ad avviare una procedura di contestazione alla società concessionaria di quanto accaduto. E' un fatto oggettivo il grave inadempimento". 


"Vorremmo evitare di alimentare polemiche" ma "in merito a società quotate e non solo servirebbe una valutazione più a freddo del linguaggio da usare", afferma il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, rispondendo a una domanda sul caso Atlantia-Alitalia. "Proprio per questo non abbiamo intenzione di elevare la polemica con il governo e speriamo che prevalga sempre di più il buon senso e la visione di futuro, ricordando che dietro queste imprese ci sono lavoratori e famiglie", conclude Boccia.


Dopo aver ceduto in preapertura in Borsa (-0,7%) per il duro botta e risposta di ieri con il vice premier Luigi Di Maio , Atlantia ora sta riducendo il calo, ma resta negativa (-0,49%).