Napolitano: no al voto anticipato, colpo alla credibilità Paese
Top

Napolitano: no al voto anticipato, colpo alla credibilità Paese

Il presidente emerito sulla legge elettorale: "Intesa a 4 solo per convenienza"

Napolitano: no al voto anticipato, colpo alla credibilità Paese
Preroll

Desk2 Modifica articolo

6 Giugno 2017 - 17.10


ATF

Dopo l’avvertimento di Prodi, il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano interviene sulla questione della legge elettorale schierandosi tra le fila del fronte contrario alle elezioni anticipate. “Il voto anticpato è paradossale, è un colpo alla credibilità del Paese” e ancora “in tutte le democrazie si vota a scadenza naturale. Questa è una legge elettorale fatta da quattro leader per calcolo di convenienza”.
“Siamo di nuovo alle prese con il tema dell’instabilità di governo – spiega Napolitano in un convegno al Senato – e ciò è aggravato, sul piano dell’immagine e dei rapporti politici, dal prospettare, senza neppure offrire motivazioni appena sostenibili, ipotesi di date per elezioni anticipate, e, in conseguenza, per scadenze di governo e parlamentari, come la presentazione del bilancio dello Stato per il 2018. In tutti i paesi democratici europei si vota alla scadenza naturale delle legislature: fare diversamente significa dare il massimo contributo negativo al consolidamento della credibilità politico-istituzionale del paese”.
“L’elemento d’incertezza da rimuovere è l’instabilità di governo – ha continuato l’ex capo dello stato – lo spettro dell’instabilità è riaffiorato subito dopo l’insediamento e il positivo avvio del governo Gentiloni: è da febbraio che hanno cominciato a inseguirsi voci e pressioni per elezioni anticipate “al più presto” e il rischio di un’ingiustificata e irragionevole precipitazione è stato evitato dal consolidarsi del consenso attorno al governo Gentiloni e dal fermo richiamo di Mattarella all’interesse generale e a una corretta prassi costituzionale”.
 

Leggi anche:  Sardegna, ecco i primi dati ufficiali: Alessandra Todde in netto vantaggio, la destra verso una sonora sconfitta
Native

Articoli correlati