Matteo Messina Denaro, arrestati tre insospettabili fiancheggiatori: nel 2014 girava indisturbato per Palermo
Top

Matteo Messina Denaro, arrestati tre insospettabili fiancheggiatori: nel 2014 girava indisturbato per Palermo

Nel novembre del 2014 Matteo Messina Denaro si recò in una concessionaria per acquistare un automobile, versò 1.000 euro in contanti e altri 9.000 euro con un assegno circolare emesso da una filiale di Palermo, in corso Calatafimi.

Matteo Messina Denaro, arrestati tre insospettabili fiancheggiatori: nel 2014 girava indisturbato per Palermo
Matteo Messina Denaro
Preroll

globalist Modifica articolo

27 Marzo 2024 - 11.19


ATF

Sono stati arrestati 3 fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro, il super latitante morto in carcere lo scorso anno. Le indagini hanno rivelato che il boss nel 2014 girava per Palermo, acquistando, sotto falsa identità auto, e andando persino in banca. 

Nel novembre del 2014 il boss allora latitante si recò in una concessionaria per acquistare un automobile, versò 1.000 euro in contanti e altri 9.000 euro con un assegno circolare emesso da una filiale di Palermo, in corso Calatafimi. La firma è a nome di Massimo Gentile, l’architetto finito in carcere oggi.

Matteo Messina Denaro aveva una grande passione anche per le moto di grossa cilindrata. Nel corso degli anni, il boss ha acquistato prima una Fiat 500 L, nel 2014, e anni prima una moto Bmw F650. Il tutto sempre nella zona tra Campobello di Mazara, Castelvetrano e Palermo, dove girava indisturbato.

Leggi anche:  Prestò la sua identità a Matteo Messina Denaro: condannato a 14 anni di carcere il geometra Andrea Bonafede
Native

Articoli correlati