Bruno Segre, avvocato e partigiano muore a 105 anni nel giorno della memoria
Top

Bruno Segre, avvocato e partigiano muore a 105 anni nel giorno della memoria

Il grande dolore per la morte di un grande italiano: è morto a 105 anni Bruno Segre, avvocato e partigiano con il nome di Elio nelle formazioni che parteciparono alla liberazione di Caraglio e Cuneo.

Bruno Segre, avvocato e partigiano muore a 105 anni nel giorno della memoria
Bruno Segre
Preroll

globalist Modifica articolo

27 Gennaio 2024 - 14.13


ATF

Il grande dolore per la morte di un grande italiano: è morto a 105 anni Bruno Segre, avvocato e partigiano con il nome di Elio nelle formazioni che parteciparono alla liberazione di Caraglio e Cuneo.

«Se n’è andato nella notte, a casa sua, serenamente come tutti vorremmo», ha ricordato suo nipote, l’avvocato Ruben Segre. «Da grande figura della Resistenza qual era, ha resistito fino all’ultimo».

Bruno Segre era nato a Torino il 4 settembre 1918. Dopo la laurea in giurisprudenza nel 1940, figlio di un genitore ebreo, non ha potuto esercitare la professione di avvocato a causa delle leggi razziali. Fu arrestato nel 1942 e rinchiuso per alcuni mesi nel carcere torinese delle Nuove.

Nel 1944 fu rinchiuso di nuovo nella caserma di via Asti, a Torino, all’epoca sede dell’ufficio politico investigativo della Guardia nazionale repubblicana.

«La memoria di Torino e di tutta l’Italia perde un difensore dei valori della Resistenza, dei diritti civili, dei più deboli, delle minoranze di qualsiasi colore e confessione – ricorda ancora il nipote Ruben nel giorno della Memoria citato dalla Stampa – Una figura attorno alla quale si stringe tutta la nostra comunità».

Leggi anche:  In memoria di Bruno Fanciullacci, partigiano medaglia d'oro al valor militare
Native

Articoli correlati