Alle 11 i funerali di Giulia Cecchettin, nella Basilica le spoglie della prima laureata al mondo
Top

Alle 11 i funerali di Giulia Cecchettin, nella Basilica le spoglie della prima laureata al mondo

Alle 11 i funerali di Giulia Cecchettin saranno 40 i familiari stretti e 360 gli amici e conoscenti di Giulia che potranno accedere alla Basilica di Padova.

Alle 11 i funerali di Giulia Cecchettin, nella Basilica le spoglie della prima laureata al mondo
Femminicidio di Giulia Cecchettin
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Dicembre 2023 - 10.00


ATF

I familiari di Giulia Cecchettin questa mattina alle 11 a Padova, nella Basilica di Santa Giustina, avranno un forte valore simbolico. All’interno della Chiesa, la seconda più grande d’Italia, ci sono le spoglie della prima laureata del mondo, Elena Cornerò Piscopia.

“Ed ora vola Giulia, vai in alto, vai oltre. Oltre il nero della morte, oltre il rosso del sangue, oltre il bianco del gelo. Oltre l’ oppressione, oltre la miseria, oltre gli uomini. Sei diventata una farfalla, libera e colorata, come quella di Penelope”. Lo scrive sui social Nicodemo Gentile, presidente di Penelope e legale di Elena Cecchettin, la sorella di Giulia, la 22enne uccisa dall’ex fidanzato Filippo Turetta. “Senza catene raggiungi la tua adorata mamma in quello spazio nuovo, azzurro e confortante, dove finalmente nessuno potrà più toccarti. Buon volo anima pura e se puoi perdonaci. Nel cuore”.

Saranno 40 i familiari stretti e 360 gli amici e conoscenti di Giulia che potranno accedere alla Basilica di Padova. Alle esequie presiedute dal vescovo di Padova, Claudio Cipolla saranno presenti anche 30 membri dei consigli pastorali di Vigonovo e Saonara e i compagni di classe di Davide, il fratello minore di Giulia, la classe 4C dell’Istituto Fermi. 

Leggi anche:  Uccise Carol Maltesi, ergastolo per Davide Fontana: "Chiedo perdono, voglio riparare alle mie azioni"

Ci saranno 20 studenti, 8 professori, il preside e i 2 vicepresidi. La Basilica di Santa Giustina è stata scelta per la grande capienza e oltre al corpo della prima martire cristiana padovana – Giustina – e al corpo dell’evangelista san Luca, custodisce anche il corpo di Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, conosciuta come la prima donna laureata al mondo.

Native

Articoli correlati