Top

Molestatori del Garda, caccia al branco: le ragazze aggredite sono molte di più delle 5 che hanno denunciato

Nella denuncia le vittime hanno raccontato infatti che le aggressioni sono avvenute sul treno regionale, bloccato dopo che qualcuno aveva azionato il freno di emergenza

Molestatori del Garda, caccia al branco: le ragazze aggredite sono molte di più delle 5 che hanno denunciato
Maxi-rissa a Peschiera prima delle molestie sui treni

globalist

5 Giugno 2022 - 19.21


Preroll

Un branco composto da una trentina di persone in tutto, la maggioranza probabilmente minorenni. A tre giorni dal raduno sul Garda convocato via TikTok durante il quale si è scatenata una maxirissa tra ragazzini, alcuni dei quali immigrati di seconda generazione, fanno un passo avanti le indagini sull’episodio peggiore che sarebbe avvenuto in quel contesto, quello raccontato con tanto di denuncia alla Polfer da 5 ragazze tra i 15 e i 17 anni di Milano e Pavia: salite sul treno per tornare a casa dopo una gita a Gardaland, sarebbero state accerchiate e molestate.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Dopo le decine di persone identificate per la rissa, proseguono dunque gli accertamenti della squadra mobile di Verona. Anche perché, se cinque ragazze hanno presentato la denuncia, il numero di quelle che sarebbero state molestate sarebbe più alto, almeno il doppio. E sono anche stati rafforzati i controlli e le misure di sicurezza, sia a Peschiera sia sui treni da e per il Garda.

Middle placement Mobile

Nei video ormai virali sui social si vedono gruppi di giovani invadere i binari della stazione di Peschiera, ma non è lì che sarebbero avvenute le molestie. Nella denuncia le vittime hanno raccontato infatti che le aggressioni sono avvenute sul treno regionale, bloccato dopo che qualcuno aveva azionato il freno di emergenza, e hanno riguardato, appunto, anche altre ragazze. Non c’è ancora la certezza, ma è molto probabile che i presunti molestatori facessero parte proprio del gruppo che ha generato i tafferugli durante il raduno.

Dynamic 1

«Stiamo facendo accertamenti su tutti i fatti che possono avere risultanze penali», ha spiegato il neo dirigente della squadra mobile di Verona Carlo Bartelli, precisando che si sta «procedendo con una ricostruzione dei fatti avvenuti giovedì in spiaggia, nell’abitato di Peschiera del Garda e sul treno». E anche oggi è rimasto operativo alla stazione di Peschiera e lungo le spiagge del basso lago il servizio rafforzato con agenti in antisommossa, impegnati a prevenire eventuali arrivi di malintenzionati. Sui social infatti erano circolati nei giorni scorsi post e video che annunciavano una «replica» nella località gardesana. Durante la maxi rissa di tre giorni fa si sono verificati anche furti ai bagnanti, oltre a danneggiamenti ad automobili e locali pubblici.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile