Top

Alpini, il generale Figliuolo condanna i fatti di Rimini: "Fenomeno che va debellato, queste cose non devono accadere"

“I fatti di Rimini vanno condannati senza se e senza ma perché le violenze fisiche e verbali sono da perseguire innanzitutto a norma di legge. Ma io ritengo che l’associazione alpini, una volta individuati i colpevoli, li debba perseguire".

Alpini, il generale Figliuolo condanna i fatti di Rimini: "Fenomeno che va debellato, queste cose non devono accadere"

globalist

23 Maggio 2022 - 11.23


Preroll

Il generale Figliuolo, ex commissario straordinario per l’emergenza Covid, ha commentato i fatti di Rimini, con le presunte molestie di alcuni alpini verso alcune donne. A margine della presentazione al Salone del libro di Torino per del libro “Un italiano”, Figliuolo ha condannato duramente l’accaduto.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“I fatti di Rimini vanno condannati senza se e senza ma perché le violenze fisiche e verbali sono da perseguire innanzitutto a norma di legge. Ma io ritengo che l’associazione alpini, una volta individuati i colpevoli, li debba perseguire secondo la normativa della associazione alpini”.

Middle placement Mobile

“Se ci sono degli approfondimenti culturali da fare vanno fatti — ha proseguito Figliuolo —. Queste cose non devono accadere, non si possono accettare, bisogna capire perché sono avvenute e chi le ha fatte. Si tratta di fatti gravissimi sui quali bisogna soffermarsi. Se parliamo di 10 avvinazzati è un conto. Se c’è un fenomeno nell’associazione va debellato, va preso il toro per le corna. Io posso dire che nelle nostre forze armate questi fenomeni sono rarissimi e ben al di sotto delle percentuali delle statistiche nazionali”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile