Top

Covid, Costa: "Verso la proroga di un mese per l'obbligo della mascherina"

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, ha fatto alcune precisazioni sull'uso della mascherina: "Rimarrà obbligatoria sul trasporto pubblico, nelle rsa e negli ospedali, nei teatri e cinema, ma non negli esercizi commerciali"

Covid, Costa: "Verso la proroga di un mese per l'obbligo della mascherina"
Andrea Costa

globalist

27 Aprile 2022 - 10.13


Preroll

Il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, a SkyTg24, fa il punto della situazione sull’obbligo della mascherina, evidenziando la necessità di un mese di proroga dell’obbligo: “Credo che sia giunto il momento di dare fiducia agli italiani e passare alla forte raccomandazione per la mascherina al chiuso passando con la proroga di un mese per l’obbligo in modo da arrivare a un’estate senza restrizioni”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“C’è una riflessione in corso nel governo ed entro questa settimana sarà fatta una sintesi”. “La mascherina – ha detto Costa – rimarrà obbligatoria sul trasporto pubblico, nelle rsa e negli ospedali, nei teatri e cinema ma non negli esercizi commerciali e neanche negli luoghi di lavoro. Per passare poi ad ad una raccomandazione”.

Middle placement Mobile

“Non c’è dubbio che siamo di fronte a un innalzamento dei contagi da Covid ma, fortunatamente, questo inalzamento non sta producendo una pressione sui nostri ospedali, questo è l’elemento più importante e che dobbiamo monitorare ogni giorno. Credo sia impossibile ragionare su un contagio zero”, ha detto ancora Costa. “L’obiettivo è arrivare a una convivenza con il virus che permetta ai nostri ospedali di continuare nell’attività ordinaria e permetta al nostro Paese di ripartire”, ha sottolineato.

Dynamic 1

Per quanto riguarda la scuola, l’obbligo della mascherina “è uno dei temi sul quale stiamo riflettendo. Siamo ormai agli sgoccioli, è ragionevole pensare di lasciare l’utilizzo mascherina fino a fine anno scolastico”, ha affermato Costa aggiungendo: “Entro la settimana si arriverà ad una decisione”.

Addio al Green pass? Non c’è dubbio: fatto salvo le rsa e gli ospedali, per tutto il resto non sarà più richiesto dal primo maggio”, ha poi confermato il sottosegretario alla Salute precisando che “si va verso la normalità e verso un’estate senza restrizioni e oggi ci sono queste condizioni grazie ai 52 milioni di italiani vaccinati”.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage