Top

L'Italia fa passi avanti sulla lotta alla corruzione, ma non è abbastanza: ecco cosa dice il rapporto Transparency

Sarebbe necessaria una riforma sulle regole di chi ha il controllo effettivo delle società o dei trust e devono essere sanati urgentemente i gap legislativi delle attività di lobbying

L'Italia fa passi avanti sulla lotta alla corruzione, ma non è abbastanza: ecco cosa dice il rapporto Transparency
Corruzione

globalist

25 Gennaio 2022 - 09.20


Preroll

Sono stati compiuti dei grandi passi in avanti nell’anti-corruzione in Italia nell’ultimo decennio: il Paese è passato da 42 punti nel 2012 ai 56 attuali con “un significativo” miglioramento.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Si sono registrati passi in avanti, a sentire il Corruption Perceptions Index (CPI) 2021, l’indice di percezione della corruzione di Transparency International, che ogni anno assegna un punteggio a ciascuno dei 180 Paesi analizzati in base al loro livello di percezione della corruzione.

Middle placement Mobile

Ma la lotta alla corruzione è stata praticamente stagnante nell’ultimo decennio e quasi il 90% dei Paesi non registra progressi, denuncia il rapporto pubblicato della ong, che colloca comunque Danimarca, Finlandia e la Nuova Zelanda a capo di quella strategia.

Dynamic 1

L’Italia, osserva Transparency International, ha tratto vantaggio dalle riforme, indubbiamente, anche se rimane tra i Paesi che hanno un punteggio meno brillante e sarebbe necessaria una riforma sulle regole di chi ha il controllo effettivo delle società o dei trust. “Devono essere sanati urgentemente i gap legislativi delle attività di lobbying”, si legge nel rapporto.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage