Gli agenti non vaccinati saranno sospesi e multati: la circolare del Viminale prevede anche il ritiro dell'arma
Top

Gli agenti non vaccinati saranno sospesi e multati: la circolare del Viminale prevede anche il ritiro dell'arma

Scatta dal 15 dicembre l'obbligo vaccinale per le forze dell'ordine. Sanzione da 600 a 1.500 euro per chi lavoro senza essere immunizzato, multato anche chi non controlla

Gli agenti non vaccinati saranno sospesi e multati: la circolare del Viminale prevede anche il ritiro dell'arma
Vaccino alle forze dell'ordine
Preroll

globalist Modifica articolo

14 Dicembre 2021 - 12.50


ATF

Saranno severissime le more verso gli operatori delle forze dell’ordine non vaccinati: sospensione, ritiro del tesserino, dell’arma e delle manette, multa fino a 1.500 euro. Queste le sanzioni previste dalla circolare del Viminale, che ribadisce a partire dal 15 dicembre l’obbligo vaccinale per le forze dell’ordine. Un obbligo che, si precisa, vale anche per chi è assente dal servizio.

“L’adempimento dell’obbligo vaccinale comprende il ciclo vaccinale primario e, a far data dal 15 dicembre 2021 la somministrazione della successiva dose di richiamo da effettuarsi nel rispetto delle indicazioni e dei termini previsti dalla circolare del Ministero della Salute”.

L’obbligo riguarda anche gli assenti dal servizio. “Il giorno 15 dicembre il personale tutto, anche se assente per legittimi motivi, dovrà produrre al responsabile della propria struttura la documentazione attestante l’adempimento dell’obbligo vaccinale”.

Se tale documentazione non arriverà, l’amministrazione competente dovrà invitare “senza indugio, l’interessato a produrre entro 5 giorni dalla ricezione dell’invito” la documentazione richiesta. Per chi non si vaccina, non solo è prevista la sospensione del servizio senza alcun compenso, ma anche il ritiro temporaneo della “tessera di riconoscimento, la placca, l’arma in dotazione e le manette”.

Leggi anche:  Inchiesta mascherine, la Procura chiede 1 anno e 4 mesi di carcere per Domenico Arcuri: le accuse dei Pm

“Lo svolgimento dell’attività lavorativa in violazione dell’obbligo vaccinale – si legge nella circolare – è punito con la sanzione del pagamento di una somma da euro 600 a euro 1.500”. Verrà multato anche chi non controlla, con sanzioni da 400 a 1.000 euro.

Native

Articoli correlati