Top

Il parroco fa mezzo passo indietro sulla messa anti-ddl Zan: "Ma è giusto pregare per le leggi giuste...."

Monsignor Giuliano Brugnotto, vicario generale della diocesi di Treviso, ha deciso di fare mezzo passo indietro e di sospendere la messa "per evitare strumentalizzazioni". 

Mons. Giuliano Brugnotto
Mons. Giuliano Brugnotto

globalist Modifica articolo

11 Novembre 2021 - 17.55


Preroll

Aveva organizzato una ‘messa di ringraziamento per la bocciatura del Ddl Zan’, ma adesso – dopo l’indignazione generale, anche se di certo non eclatante – Mons. Giuliano Brugnotto, vicario generale della diocesi di Treviso, ha deciso di fare mezzo passo indietro e di sospendere la messa “per evitare strumentalizzazioni”. 
“Certamente non sembra opportuno un utilizzo strumentale della celebrazione eucaristica relativamente a una questione politica. Più che un ringraziamento, dispiace che in questo periodo non si sia attivato sul tema un dialogo aperto in Parlamento, così da produrre una legge capace di rispettare e tutelare tutte le persone. I diritti delle persone, infatti, debbono essere riconosciuti – ribadisce il Vicario -: da un lato c’è sicuramente quello di vivere senza subire violenza e discriminazione, ma dall’altro anche quello della libertà di espressione” ha detto il prete. 
Dalla diocesi sottolineano poi che “resta vero quanto affermato dal presidente dei vescovi italiani, il card. Gualtiero Bassetti: ‘Tra l’approvazione di una normativa ambigua e la possibilità di una riflessione diretta a un confronto franco, la Chiesa sarà sempre a fianco del dialogo e della costruzione di un diritto che garantisca ogni cittadino nell’obiettivo del rispetto reciproco”’.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile