Flop delle manifestazioni fascio-negazioniste, Sala: "Lasciatemi dire: bene così". 

Il sindaco di Milano commenta il fallimento delle annunciate iniziative anti green pass: "Stiamo lavorando su scuole e nidi: tutto il personale a contatto con i bambini deve avere il Green Pass

Beppe Sala

Beppe Sala

globalist 1 settembre 2021

Tanta violenza, tanta disinformazione e odio in rete. Ma per fortuna le minacce dei no-vax e dei fascisti si sono rivelate una bolla di sapone.

“Ognuno ha i suoi problemi e il lavoro. Era difficile fare previsioni, ma lasciatemi dire: bene così". 

Lo ha detto il sindaco di Milano, Beppe Sala, a margine di un punto stampa con i cronisti a Milano parlando delle manifestazioni contro il Green Pass che hanno fatto flop un po'

in tutta Italia con poche persone nelle stazioni a manifestare.

"Più che alla manifestazione - ha detto Sala - guardo ai problemi pratici che avremo a Milano. Stiamo lavorando su scuole e nidi, che stanno aprendo: la nostra regola è che tutto il personale a contatto con i bambini deve avere il Green Pass e devono averlo

anche i genitori che fanno l'inserimento".

Per Sala "si possono fare eccezioni per coloro che non è vicino ai bambini: c'è una regola generale, ma l'applicazione può trovare delle difficoltà e sarà un inizio difficile. Stiamo preparando i nostri a gestire le difficoltà", ha concluso.