La destra a Genova rifiuta di dare la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

Evidentemente, il regime di Al Sisi non è qualcosa contro cui la destra sente il bisogno di protestare. E d'altronde, le rimozioni forzate dei manifesti che chiedevano libertà è giustizia per Giulio Regeni...

Patrick Zaki

Patrick Zaki

globalist 23 febbraio 2021
Incredibile ma vero: la solidarietà della destra va sempre e solo a chi è italianissimo e bianchissimo. E in queste categorie non rientra Patrick Zaky. Poco importa che lo studente dell'Università di Bologna sia prigioniero di un paese reazionario come l'Egitto che sta provocando l'Italia da oltre un anno. Il Consiglio Comunale di Genova ha bocciato oggi pomeriggio l'ordine del giorno presentato dalla Lista Crivello, che impegnava sindaco e giunta "ad attivarsi per predisporre il percorso e gli atti utili ad assegnare, come già avvenuto in molte città italiane, come Bologna, Milano, Napoli e Bari, la cittadinanza onoraria della Città di Genova a Patrick Zaki, simbolo di una vita impegnata nella conoscenza, nella tutela e nel rispetto dei diritti di tutti".
Evidentemente, il regime di Al Sisi non è qualcosa contro cui la destra sente il bisogno di protestare. E d'altronde, le rimozioni forzate dei manifesti che chiedevano libertà è giustizia per Giulio Regeni ci avevano già insegnato questa lezione. Chi assurge a simbolo di un mondo integrato, civile e unito, dove la cultura e la conoscenza reciproca dei popoli è messa al primo posto, non può essere nelle grazie di una destra cinica che vuole muri, divisioni e fomenta razzismo e paura.