Top

Storie assurde. Ha la febbre da 3 giorni, ma il medico va in ospedale a lavorare: è positivo al covid

La ricostruzione dell'ospedale: "Diceva che era solo un'influenza e non ha voluto fare il tampone"

Il tampone per individuare l'infezione da Covid-19
Il tampone per individuare l'infezione da Covid-19

globalist Modifica articolo

22 Settembre 2020 - 09.24


Preroll

Aveva la febbre da tre giorni e nonostante le sollecitazioni a fare il tampone, il ginecologo ha rifiutato e ha continuato a entrare in ospedale per lavorare. L’episodio si è verificato ad Alessandria e sul caso stanno indagando anche i carabinieri del Nas.
Si legge sulla Stampa:

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il medico, secondo quanto l’ospedale ha riferito ai sindacati, va al lavoro con la febbre domenica 7 settembre: il termoscanner la rileva, ma lui – che non era al lavoro, ma era reperibile – dice che ha un’emergenza (che poi rientra) e che è «solo un’influenza». Torna il lunedì: non ha la febbre, che però gli sale in reparto, tanto che viene mandato a casa con il consiglio di fare un tampone: che non fa, e si ripresenta al lavoro il martedì. E pure mercoledì, nonostante continui ad avere dolori cervicali. Torna anche il giovedì, quando gli torna anche la febbre in reparto: e a quel punto gli viene fatto il tampone.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile