Il Viminale blocca i taser alla polizia: ritiro immediato delle pistole elettriche (volute da Salvini)

Le prove balistiche non sono andate a buon fine e il Viminale ha chiesto ai questori di dar corso all’immediato ritiro e alla custodia, presso le rispettive armerie, dei dispositivi”

Taser

Taser

globalist 23 luglio 2020

Il Ministero dell'Interno ha emanato il 21 luglio una circolare per comunicare la 'non aggiudicazione' della fornitura dei taser alle forze dell'ordine e per il ritiro dei dispositivi già in funzione alle forze dell'ordine. Alcune caserme stavano portando avanti la sperimentazione delle pistole, grazie alla fornitura, a titolo gratuito, dei dispositivi da parte dell’azienda Axon Public Safety Germany Si tratta di 32 taser, che ora verranno riposti nelle armerie delle questure.

Le prove balistiche non sono andate a buon fine e il Viminale ha chiesto ai questori di Milano, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Catania, Brindisi e Genova di “dar corso all’immediato ritiro e alla custodia, presso le rispettive armerie, dei dispositivi”. L'iter per fornire i taser alle forze di polizia era stato iniziato quando Matteo Salvini era a capo del Viminale.