Ancora un femminicidio, 40enne uccide la moglie a fucilate e si uccide

A dare lʼallarme è stato il fratello del 40enne, che non avendo risposta al telefono è andato a casa della coppia trovando i cadaveri.

Femminicidio

Femminicidio

globalist 16 luglio 2020
Un uomo di 40 anni ha ucciso a fucilate la moglie 35enne e si è tolto la vita nell'appartamento della coppia a Borgo Val di Taro, nel Parmense. I due, che hanno un figlio adolescente, a quanto pare si stavano separando: probabilmente dopo un litigio nella serata di mercoledì, l'uomo ha deciso per il terribile gesto. A dare l'allarme è stato il fratello del 40enne, che non avendo risposta al telefono è andato a casa della coppia trovando i cadaveri.

Il marito avrebbe prima colpito con un fucile da caccia al petto della moglie e poi ha sparato verso di sé. L'arma era detenuta regolarmente. Di professione agricoltore, il 40enne era appassionato di caccia e in casa aveva diversi fucili. La moglie, 35 anni, era invece un'infermiera impiegata presso l'ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro.


La Procura ha aperto un fascicolo d'inchiesta, anche se ormai la dinamica di quanto successo sembra chiara.