Top

"Ballavi l'Inno ubriaco tra le tette di una cubista: questo è il tuo rispetto?" I social scatenati contro #Salvinisciacallo

La polemica di Salvini contro l'Inno di Mameli cantato da Sergio Sylvestre si scontra con gli utenti di Twitter: "Vergognati, remixavi l'Inno al Papeete"

Salvini al Papeete
Salvini al Papeete

globalist Modifica articolo

19 Giugno 2020 - 08.51


Preroll

Per Matteo Salvini, l’esibizione di Sergio Sylvestre alla finale di Coppa Italia è stato un insulto per gli italiani: Sylvestre, che per due secondi contati si è inceppato durante l’Inno (‘ha saltato due strofe’ stanno inventando i sovranisti) non ha mostrato rispetto verso l’Inno di Mameli e verso l’Italia. Senza contare che ha anche osato alzare il pugno al cielo, simbolo delle proteste statunitensi (Sylvestre è americano) che il cantante vincitore di Amici ha voluto portare anche nello Stadio Olimpico.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Ma se di rispetto vogliamo parlare, Matteo Salvini nel corso della sua carriera aveva detto che ‘con il tricolore mi ci pulisco il culo’, ha avuto l’indecenza di strafogarsi di ciliegie in un momento serio, mentre Zaia accanto a lui stava parlando di neonati morti, e poi, l’anno scorso, prima di far cadere il Governo, remixava l’Inno di Mameli dalla consolle del Papeete, mentre con un Mojito in mano tuffava la faccia tra i seni di una cubista. Questo, chiedono sui social sotto l’hashtag #Salvinisciacallo, è il rispetto? Tenendo conto che, in quel momento, era anche Ministro dell’Interno?

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile